Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

MotoGp, Bagnaia vince a Silverstone: due Ducati e tre moto italiane sul podio. Quartararo rimane leader della classifica, ma mondiale ancora aperto

Esplora:

  • a
  • a
  • a

Pecco Bagnaia mette la quarta a Silverstone. In Gran Bretagna, il numero 63 della Ducati porta a casa la vittoria e, complice una gara in chiaroscuro di Fabio Quarataro e di Aleix Espargaro, tiene accese le speranze mondiali. Il campione del mondo in carica rimane sì leader, ma con l'ottavo posto odierno vede il suo vantaggio sull'azzurro ridursi a 49 punti. Tornando al gran premio, il pilota torinese della Ducati ha preceduto sul traguardo l’Aprilia dello spagnolo Maverick Vinales e l'altra Ducati ufficiale di Jack Miller, un dominio rosso confermato anche dal quarto posto di Enea Bastianini, protagonista di una grande rimonta. Quinto lo spagnolo Jorge Martin su un’altra Ducati. È invece caduto il francese Johann Zarco, partito dalla pole. Sesto posto per il portoghese Miguel Oliveira su KTM, seguito dallo spagnolo Alex Rins su Suzuki. E detto dell'ottavo posto del Diablo, a chiudere la top ten ci sono un eroico Aleix Espargaro, nono con la sua Aprilia dopo la brutta caduta di ieri nelle libere, e Marco Bezzecchi.

 

 

"Non è stato facile, per tutto il weekend abbiamo avuto problemi sul posteriore - ha detto Pecco a caldo - Ma oggi abbiamo fatto un grande passo avanti nel warm-up, anche se mancava qualcosa che poi in gara abbiamo trovato. Devo ringraziare il team che ha fatto un lavoro fantastico, è stata forse le vittoria migliore della mia carriera. Sono davvero molto contento, è incredibile".

 

 

Miller si è detto "contento" del risultato, anche se "avrei preferito arrivare secondo ma nel finale stavo soffrendo. La decisione della gomma anteriore non è stata quella giusta perché a 6 giri dalla fine si è deteriorata. Sono comunque riuscito a portare a casa un podio a casa ed è un ottimo modo per iniziare la seconda parte della stagione". Vinales, secondo, ha evidenziato ancora una volta la competitività dell'Aprilia: "Ho spinto al massimo per tutta la gara, in partenza ho avuto difficoltà sul posteriore ma sono riuscito a rimontare. Nel finale ho provato ad attaccare Pecco, avevamo un ritmo fantastico ma dobbiamo partire davanti. Sono contento, perché siamo sempre più forti e dobbiamo continuare così".