Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ternana, Lucarelli inquadra il match con la Cremonese e pensa alla serie A

Il tecnico rossoverde in vista dell'esordio in Coppa di domani sera

Michele Fratto
  • a
  • a
  • a

Senza indugio alcuno, Lucarelli ha deciso di inaugurare così la nuova stagione calcistica: “Le mie ambizioni sono di allenare l’anno prossimo in Serie A, il sogno di farlo con la Ternana”. Con tanti saluti agli obiettivi mascherati. La dichiarazione dell’allenatore rossoverde non è che la normale conseguenza di quanto scritto sull’ormai famosa lettera, ovvero di creare una mentalità dove la Ternana dovrà ritagliarsi un ruolo da protagonista nel prossimo campionato: "Perché ci sono due modi per arrivare ad allenare in Serie A, o con la squadra con cui si lavora da anni o ricevendo una chiamata. Certo, riuscirci con il gruppo allenato da anni ha tutt'altro effetto”. A buon intenditor, poche parole. Prima del debutto in campionato, comunque sia, c’è una gara di Coppa Italia da onorare domani sera a Ferrara contro la Cremonese, anche perché il sogno di Lucarelli si scontra con il fatto che “quest’anno siamo in 18 ad avere la stessa ambizione di effettuare il salto di categoria”, tanto per sottolineare l’asticella alzata dalla composizione del campionato cadetto rispetto allo scorso campionato.

 

Tornando alla gara di domani sera, Lucarelli fa il punto della situazione: “Il gruppo sta bene e saremo la solita Ternana, con nuove idee e nuove metodologie scendendo in campo per onorare e rispettare la maglia. Siamo soddisfatti del lavoro svolto fino adesso. Soddisfatti ma non appagati, perché siamo consci del tanto lavoro ancora da fare”. Si passa poi al tema mercato, in fondo è agosto e la finestra durerà ancora qualche settimana. “Non parlo di mercato, a fine anno ho sentito dire che sarebbero arrivati quattro over e quattro under, a oggi siamo a un over e tre under”, afferma in maniera concisa Lucarelli, parlando più che altro dell’imminente nuovo arrivo in rossoverde, ovvero il centrocampista Mamadou Coulibaly: “Se sta bene è un giocatore di assoluto livello per la Serie B, dovremo essere bravi a recuperarlo visto che viene da qualche infortunio”.

 

Si continua con i temi inerenti il momento più che la gara di Coppa Italia, con un tema sul quale Lucarelli non si è mai tirato indietro: campi da gioco e impiantistica. La domanda, chiaramente, verte sulle condizioni del Liberati e sul lavoro di rizollatura (che inizierà domani) da compiere prima del 21 agosto, giorno del debutto casalingo in campionato contro la Reggina: “Le mie forze fisiche e mentali – spiega Lucarelli – sono riposte su tutto ciò che è di mia pertinenza. Per quanto riguarda ciò che non controllo, fiducia massima nelle persone che ci lavorano”. Quindi, non resta che godersi questi trentaduesimi di finale tra una neopromossa in Serie A, la Cremonese, e una che proverà con tutte le forze ad arrivarci, ovvero la Ternana.