Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ternana, Pettinari: "Il mercato? Per me non c'è, resto qui"

  Pettinari esulta dopo il gol (Foto Principi)

Il centravanti respinge le avances del Perugia e guarda al nuovo ruolo

Michele Fratto
  • a
  • a
  • a

Il ricordo del gol nel derby, le voci di mercato rigettate e una voglia matta di migliorarsi. Tutto con la maglia della Ternana indosso. Questo e tanto altro è uscito dalle parole di Stefano Pettinari, l’attaccante rossoverde richiesto da più squadre in Serie B che in questo momento pensa solo al lavoro da svolgere in vista dell’imminente inizio di campionato. Tra i tanti rumors, l’interessamento del Perugia nei confronti della punta viene rigettato da Pettinari, concentrato e determinato più che mai a migliorare le performance della passata stagione.

 

Stefano, togliamoci subito il dente, è vero che sei stato richiesto dal Perugia? “Non sento le voci di mercato perché rimarrò alla Ternana”. Come ti trovi nel nuovo sistema di gioco? “Mi trovo meglio nel ruolo di prima punta che ho ricoperto sempre negli ultimi anni. Giocando a due mi sento un po' adattato e mi devo ancora abituare ai nuovi movimenti”. Voi attaccanti, comunque, dovete essere i primi difensori giusto? “La fase difensiva è un concetto di squadra. Si punta sempre il dito sui gol presi l’anno scorso ma non è sempre stata colpa dei singoli difensori. Quello di ripiegare e difendere deve essere un concetto di squadra nel tentativo di rimanere sempre corti e stretti, così da aiutare la difesa a fare il proprio lavoro”. Dal carrarmato al trattore, cosa cambia? “Bisogna andare forte, con qualsiasi mezzo a disposizione”. Gol più bello che hai fatto nella passata stagione? “Per emozione ed esecuzione tecnica sicuramente quello al Curi nel derby contro il Perugia”.