Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Grifo, la stagione parte in emergenza

 castori Foto:  belfiore

Sette giocatori out in vista dell'esordio ufficiale di Coppa Italia

  • a
  • a
  • a

La stagione ufficiale del Grifo comincia in emergenza. Il calcio d’agosto è normalmente condizionato dal mercato e gli organici sono sempre da riequilibrare tra buchi ed esuberi, ma il nuovo Perugia ripartito con Fabrizio Castori al timone è costretto a navigare anche fra le acque rese turbolente da qualche infortunio di troppo. E così la marcia di avvicinamento ai primi due appuntamenti ufficiali, entrambi lontano dal Curi ed entrambi lontano dalla terra ferma, porta anche alla conta dei disponibili. Per la sfida di coppa Italia di venerdì a Cagliari (ora 17.45 in diretta sul canale 20) sono al momento out 3 difensori e 4 attaccanti; la speranza sono alcuni i recuperi (insieme a novità dal mercato) per l’esordio in campionato del 13 agosto a Palermo. 

 

NOBILI AVVERSARI Per la doppia trasferta nelle due isole maggiori, dunque, il Grifo e Castori sono costretti a tirare fuori qualche coniglio dal cilindro. Anche se le due avversarie, per quanto nobili, sono ugualmente dei cantieri aperti. Il Cagliari retrocesso dalla A è alle prese con il profondo restyling di una ricca rosa chiamata a tornare subito in alto: la squadra dell’ex Liverani ha incassato una sconfitta tennistica (2-6) nel test con il Leeds ma ha anche visto già andare in rete il gioiello del mercato estivo Lapadula. Il Palermo neo promosso in B ha invece passato il turno preliminare in coppa Italia contro la Reggiana (3-2), trascinato dalla tripletta del bomber perugino Brunori, ma deve fare i conti con il terremoto tecnico scaturito dalle dimissioni di allenatore e diesse (Baldini e Castagnini) per le divergenze con la nuova proprietà targata City Group.   

 

I CEROTTI DEL GRIFO Il Perugia, dopo i due test della scorsa settimana con Nestor e Rimini, ha ripreso ieri pomeriggio la preparazione al match di coppa in Sardegna e sono ancora out per acciacchi vari gli attaccanti Matos, Olivieri, Vano e l’ultimo arrivato Di Serio, e i difensori Angella e Rosi; a questi si aggiunge la squalifica di Curado. Il 3-5-2 di partenza resta quindi in piena emergenza fra difesa e attacco. Dell’Orco ha saltato la sgambata di sabato scorso a scopo precauzionale ed è tornato a pieno regime ma dietro, con Sgarbi e Vulikic, gli uomini sono comunque contati anche se c’è qualche chance di recupero, almeno per la panchina, per Angella. Situazione ormai stabilmente difficile, invece, in avanti: Melchiorri è stato costretto a fare reparto da solo in tutte le ultime uscite e sarà probabilmente investito dello stesso ruolo anche, da amato ex, in casa del Cagliari. Ci sono residue chance di rivedere a breve Olivieri ma Kouan dovrebbe ancora vestire in panni di rifinitore-guastatore. Alcuni dubbi sono da sciogliere (a cominciare dall’allenamento di questa mattina) anche in mediana. Santoro non è al top della condizione e per questo Lisi è stato più volte provato mezzala. Le certezze al momento sono Casasola a destra, Vulic in regia e Iannoni interno. Sulla corsia mancina resta il rebus legato a Di Chiara, in bilico sul mercato, con le altre opzioni del baby Righetti o il ritorno alle origini di Lisi.