Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Wimbledon, Sinner sfiora l'impresa: Djokovic vince in rimonta al quinto set

  • a
  • a
  • a

A un passo dall'impresa, poi la rimonta del campionissimo. L'azzurro Jannik Sinner ha dato spettacolo nel centrale di Wimbledon, terzo slam stagionale di tennis, vincendo i primi due set. Poi Nole Djokovic è uscito fuori rimontando e vincendo al quinto set, riuscendo così a centrare l'undicesima semifinale della sua carriera. Una partita emozionante ricca di colpi da veri campioni e che alla fine ha visto primeggiare il fuoriclasse serbo (5-7, 2-6, 6-3, 6-2, 6-2).

 

 

Ma chi è Jannik Sinner? Altoatesino di San Candido, 21 anni da compiere a settembre, è considerato da anni un vero e proprio talento, potenziale fuoriclasse e capace di segnare un'epoca nel tennis italiano e internazionale. E negli ultimi mesi sono arrivati successi (cinque tornei Atp vinti) e grandi passi in avanti, in particolare negli Slam. Come in questa edizione di Wimbledon (aveva raggiunto i quarti anche a Parigi e Melbourne rispettivamente nel 2020 e nel 2022).

 

 

Entrambi i genitori lavorano in Val Fiscalina, presso il rifugio Fondovalle (Talschlusshütte) in qualità di chef e cameriera. Ha un fratello adottivo a cui è legatissimo. Come molti giovani entrati a far parte del tour professionistico, anche Sinner non ha avuto un percorso convenzionale nel tennis. La sua attenzione in infanzia, sin dai 4 anni, è stata sempre rivolta allo sci e non ha mai toccato una racchetta prima dei sette anni. Poi l'ingresso nell'accademia di Riccardo Piatti. Proprio la separazione dal mitico maestro nello scorso febbraio ha fatto discutere. Qualche mese prima Sinner aveva lasciato anche Maria Braccini, la sua fidanzata per circa un anno. Secondo le indiscrezioni circolate, sarebbe stato proprio il tennista altoatesino a lasciare l'influencer per concentrarsi ancora di più nel suo percorso sportivo.