Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, spuntano tre difensori per Castori

castori e giannitti

Tutta aperta anche la questione portiere: le alternative a Chichizola

Domenico Cantarini
  • a
  • a
  • a

La solida base tecnica biancorossa ha bisogno di essere plasmata a immagine e somiglianza del credo di Fabrizio Castori. Il nuovo Grifo affidato al tecnico marchigiano riparte dall’ottavo posto della passata stagione, dalle fondamenta difensive e da alcuni concetti di calcio verticale perché il campo “è più lungo che largo”, come ha detto il neo allenatore del Perugia nella conferenza stampa di presentazione. La rosa dei 24 grifoni attualmente sotto contratto andrà dunque incontro a una trasformazione, anche moderatamente profonda. Nel 3-5-2 di partenza sono le corsie laterali ad avere un peso specifico elevato per il rendimento di tutta la squadra, per il dispendio energetico e la diligenza tattica che devono garantire gli esterni. Da qui la ricerca di due coppie di elementi affidabili.

 

A sinistra, accanto al confermato Lisi, si inserisce il ritorno di Di Chiara dal prestito alla Reggina. Il mancino rischia però di essere solo di passaggio a Perugia perché è alla ricerca di una nuova destinazione nonostante Castori ne apprezzi le qualità. Da capire se e quando possano aprirsi delle strade di mercato perché il club biancorosso è eventualmente intenzionato a monetizzare. Per la corsia di destra, invece, in cima alla lista delle preferenze è balzato Tiago Casasola (1995), duttile esterno argentino di proprietà della Lazio e reduce da una stagione in chiaroscuro, tra Frosinone e Cremonese (20 presenze totali e un gol), dopo l’annata migliore della carriera con la Salernitana di Castori promossa in A (37 gare, 3 gol e 5 assist). Casasola può ricoprire più ruoli sulla corsia di destra e si adatta anche sul versante opposto. Nell’indice di gradimento sembra aver superato il polacco Tomasz Kupisz (1990), altro jolly di fascia tra i fedelissimi del tecnico biancorosso e di proprietà del Pordenone (era alla Reggina). A completare il reparto potrebbe poi essere Niccolò Pierozzi (2001), giovane della Fiorentina reduce da una prima brillante esperienza tra i professionisti in Serie C alla Pro Patria (36 gare 8 gol e 4 assist).

 

Il reparto difensivo è quello che fornisce maggiori garanzie con i vari Sgarbi, Angella, Curado, Dell’Orco e Rosi. Il Perugia comunque monitora varie situazioni per completare il pacchetto e nelle ultime ore è spuntato l’interesse per il giovane brasiliano Lucas Peres (2002), duttile centrale portato in Europa dal Chiasso e reduce da 13 gare nel massimo campionato svizzero: il difensore sembra sia nel mirino anche di Juventus (per l’U23), Sampdoria, Monza e Como. Per la porta il Perugia conta sulla conferma di Chichizola e ha proposto all’argentino il prolungamento del contratto in scadenza nel 2023. Se poi dovessero aprirsi piste di mercato concrete e il portiere chiedesse la cessione, il Grifo andrebbe sullo sloveno Vid Belec (1990, Salernitana), corteggiato dall’Apoel Nicosia.