Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Brescia-Perugia 3-2, il giudice sportivo squalifica e multa Comotto

 comotto

A carico del club anche 4.000 euro per un fumogeno lanciato in campo dai tifosi.

  • a
  • a
  • a

Dopo il 3-2 di Brescia e le polemiche che ne sono seguite per l'arbitraggio di Forneau, il giudice sportivo ha emesso i suoi verdetti. Intanto  ammenda di 4.000 euro al Perugia "per avere suoi sostenitori, al 2° del secondo tempo supplementare, lanciato sul terreno di gioco un fumogeno che causava l'interruzione della gara per circa trenta secondi". Poi una giornata di squalifica e 3.000 euro di multa a carico del diggì Gianluca Comotto "per avere, al termine del primo tempo, negli spogliatoi, assunto un atteggiamento provocatorio nei confronti di alcuni componenti della squadra avversaria, inoltre, nell'intervallo tra il primo e il secondo tempo supplementare, si portava nei pressi del terreno di gioco criticando una decisione arbitrale; infrazione rilevata dal Quarto Ufficiale". Squalifica per un turno anche a carico di Francesco Marroccu (ds del Brescia) "per avere, al termine del primo tempo, negli spogliatoi, assunto un atteggiamento provocatorio nei confronti di alcuni componenti della squadra avversaria; infrazione rilevata dal Quarto Ufficiale".