Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ibrahimovic e gli attacchi di panico: "Arrivano quando penso al giorno che smetterò. Divertitevi, non vedrete più un altro come me"

  • a
  • a
  • a

Un attacco di panico quando arriverà il momento di appendere le scarpe al chiodo? Possibile, ma per ora non ci pensa. Si concentra sulla fase decisiva per la qualificazione ai mondiali di calcio e poi se davvero la sua nazionale ce la farà, cercherà di dare il massimo quando si giocherà per il titolo. Il protagonista è uno dei più forti atleti della recente storia del calcio: Zlatan Ibrahimovic. Il rossonero a tutto pensa tranne che a smettere di giocare e dal ritiro della Svezia lo ribadisce senza peli sulla lingua. 

 "Continuo finché posso, finché riesco a ottenere risultati. Ma c'è anche una vita dopo il calcio e vuoi sentirti bene anche nella nuova vita. Ma non ci siamo ancora, andremo ai Mondiali". Ibra ha iniziato a parlare del suo futuro ma che per il momento è ancora quello da calciatore. Lo ha fatto durante la conferenza stampa in vista della partita di playoff contro la Repubblica Ceca. Il 40enne bomber del Milan non si è sbilanciato sul dopo, come accade tutte le volte che gli viene chiesto cosa farà nella seconda parte della sua vita. "Vedremo cosa succede. Sono felice di dare una mano da fuori ma quello che mi piace di più è stare in campo. Sono solo grato e orgoglioso, ho 40 anni e posso ancora rappresentare il mio paese. Non credo che ci siano molti che sono stati capaci di farlo", ha aggiunto alla stampa svedese.

Ibra ha poi ammesso che a volte soffre di panico quando pensa alla sua vita dopo la carriera da giocatore. "Non voglio pentirmi quando smetterò. Voglio massimizzare finché posso. Ho questa paura di ciò che accadrà dopo. Ci saranno tante offerte qua e là, ma l'adrenalina che metto in campo non la proverò più. È qui che entra in gioco il panico", ha detto. "Divertitevi finché sono in campo, non vedrete mai più un altro Ibrahimovic. Il giorno in cui mi fermerò arriverà, ma tengo una porta aperta", ha concluso Ibra.