Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Milano-Sanremo, vince Mohoric. Quinto posto per Pogacar | Il video

Gabriele Burini
  • a
  • a
  • a

L'uomo che non ti aspetti, lo sloveno che non ti aspetti. L'uomo che perde qualche metro in salita, sul Poggio, prima di staccare tutti in discesa, non senza rischiare di cadere. Ma che alla fine, alza le braccia prima di tutti sul traguardo di via Roma. La Milano-Sanremo 2022 è di Matej Mohoric: lo sloveno del team Bahrain-Victorious si aggiudica la prima Classica della stagione, dopo una corsa pazza, corsa a 45,3 km/h di media, la seconda più forte di tutti i tempi. Secondo posto per il francese Anthony Turgis della Total-Energies, terzo l’olandese Mathieu Van der Poel della Alpecin-Fenix, quinto per l'uomo più atteso, Tadej Pogacar.

 

 

La corsa, come sempre, si infiamma sul Poggio. Pogacar, fresco vincitore di Strade Bianche e Tirreno-Adriatico, prova a fare la differenza fin da subito. Uno, due, tre scatti, ma senza mai riuscire a creare il vuoto. Un gruppetto però si crea quando Soren Kragh Andersen parte in contropiede a 5,5 chilometri dall'arrivo: con lui vanno via lo stesso campione sloveno, Mathieu Van der Poel e Wout Van Aert. I primi quattro passano per primi sul Poggio, ma devono fare i conti con uno straordinario Matej Mohoric. Lo sloveno che non ti aspetti si spinge oltre ogni limite in discesa, recuperando sul gruppetto di testa e staccandoli dopo pochi metri. I rischi che si prende il corridore della Bahrain-Victrorious sono tanti, scende anche dalla carreggiata in una circostanza ma riesce miracolosamente a non cadere.

 

 

A 1.500 metri dall'arrivo, Mohoric ha sei secondi di vantaggio sul gruppetto degli inseguitori, che non trovano l'accordo per cercare di ricucire lo strappo. Ci prova Pogacar a tirare, ma il suo forcing dura fino al triangolo dell'ultimo chilometro. Poi è la volta di Anthony Turgis, ma ormai è troppo tardi. Mohoric alza le braccia sul traguardo di via Roma e va a prendersi una corsa incredibile. Di quelle che restano nella storia. Di quelle che ti fanno entrare nella leggenda.