Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Sir in doppia missione, battere la Lube e aiutare l'Ucraina: da club e tifosi materiale medico per 5.000 euro

Luca Mercadini
  • a
  • a
  • a

Da una parte la sfida sportiva, dall’altra quella della solidarietà. Due partite che viaggiano in parallelo in casa Sir Safety Conad Perugia alla vigilia del match contro gli eterni rivali della Lube
 

 

SOLIDARIETA’ Giovedì sera il club con in testa il presidente Sirci e la moglie Monia si è fatto promotore di una raccolta di materiale medico in favore della popolazione ucraina. Con loro Simonetta Morini, tra i principali sponsor della Sir, la Promet, il professor Elmo Mannarino dirigente e responsabile medico del club e naturalmente i tifosi. I Sirmaniaci, ancora una volta, protagonisti di un gesto umanitario significativo e molto apprezzato. La sinergia tra il club e i suoi supporter ha determinato la raccolta di flebo, garze, bisturi, acqua ossigenata, carrozzine per disabili e altro materiale medico. Almeno 5.000 euro di valore che tra oggi e domani partiranno per l’Ucraina dove in questo momento c’è urgente necessità di materiale di pronto soccorso per aiutare la popolazione ferita dai continui bombardamenti e dagli scontri a fuoco quotidiani dopo l’invasione russa. Ad accogliere la comitiva Sir sul selciato della chiesa di Santa Maria delle Grazie in via Caprera c’era padre Vasyl Hushuvatyy, il cappellano della comunità cattolica ucraina di rito bizantino a Perugia. Il sacerdote ha ringraziato e ha spiegato nel dettaglio cosa sta accadendo nella sua terra e le necessità più urgenti della popolazione. Per l’appunto, non tanto vestiti, ma medicinali e materiale chirurgico. Da qui la decisione del team Sir di organizzare una raccolta di beni proprio in questa direzione. Aiuti concreti e non verbali grazie a un concorso di solidarietà che ha messo in moto la grande macchina logistica del club pronta a sostenere la squadra in campo ma anche chi ha bisogno fuori dal taraflex di gioco
 

 

IN CAMPO Tutto, senza dimenticare l’impegno di domani quando al PalaBarton arriverà la Lube, seconda forza del campionato: “Chiudiamo la regular season con un big match davanti al nostro pubblico e vogliamo terminarla nel migliore dei modi – spiega Fabio Ricci, centrale di Perugia -. Le partite contro la Lube hanno sempre un grande fascino e danno sempre grandi stimoli a prescindere dal fatto che per la classifica finale sia già tutto deciso. Mi aspetto una gara combattuta e spettacolare, sarà anche un ottimo banco di prova in vista dell’inizio dei play off scudetto e delle semifinali di Champions”. Ma non da meno è l’altra partita che si sta giocando. Quella della solidarietà.