Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Paralimpiadi invernali, bis di Bertagnolli: vince in supercombinata, primo oro per l'Italia

  • a
  • a
  • a

Seconda medaglia per l'Italia alle Paralimpiadi invernali di Pechino 2022, la prima del metallo più prezioso: a vincerla è stato, come ieri, Giacomo Bertagnolli. L'azzurro, portabandiera alla cerimonia d'apertura, ha trionfato nella supercombinata maschile assieme alla sua guida Andrea Ravelli, fermando il cronometro a 1:49.80, risultato del terzo tempo nella manche di Super-G corsa nella mattinata cinese sulla pista veloce (1:10.71) e del primo posto nello Slalom concluso sul tracciato tecnico (39.09). Staccato di 2.18 secondi l’austriaco Johannes Aigner (1:51.98), guida Matteo Fleischmann, che porta a casa la medaglia d’argento. Terzo, a 3.01 secondi, il britannico Neil Simpson (1:52.81), guidato dal fratello Andrew.

 

 

Come detto, si tratta della seconda medaglia per super Jack, dopo l'argento di ieri in Super-G, al termine del quale aveva detto: "Questa medaglia ci serviva innanzitutto per prendere molta più confidenza per le prossime tre gare, e poi è un peso che ci togliamo dalla testa e dal cuore sia io che Andrea: dopo il sesto posto di sabato (nella discesa libera, ndr) questa medaglia ci ricorda che siamo lì e se vogliamo ce la giochiamo. Sabato abbiamo preso la rincorsa, purtroppo la pista non è la nostra perché ci sono tanti piani e io essendo leggero sono svantaggiato da quel punto di vista, ma oggi (domenica, ndr) con il Super-G che è già più nelle mie corde mi son fidato maggiormente. E poi lo volevo: io sono abituato a voler far bene, perciò il sesto posto mi ha solo caricato di più per oggi. E oggi che sono arrivato secondo mi caricherò ancora di più per domani (oggi)".

 

 

La carica in effetti è arrivata, e Bertagnolli ha trionfato nella supercombinata. Per l'azzurro si tratta della sesta medaglia olimpica in carriera, la seconda della spedizione attuale. Le altre sono arrivate in Corea, nel 2018.