Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Paralimpiadi invernali, prima medaglia per l'Italia. Giacomo Bertagnolli è d'argento nel Super G

  • a
  • a
  • a

Prima medaglia per l'Italia alle Paralimpiadi invernali: la conquista Giacomo Bertagnolli, che chiude al secondo posto nel Super G e si regala un prestigioso argento. Il nostro portabandiera, assieme alla guida Andrea Ravelli, ha conquistato il podio di categoria vision impaired maschile. I due azzurri hanno fermato il tempo sul 1’09''31, giungendo con 0''40 di ritardo dai vincitori della gara, i britannici Neil Simpson e Andrew Simpson (1’08''91). Terzo posto per gli austriaci Johannes Aigner e Matteo Fleischmann (1’09''74).

 

 

"Finalmente è arrivata - ha dichiarato Bertagnolli - ieri non è andata proprio bene ma oggi ho tirato fuori quella forza in più che non avevo dimostrato in Discesa libera. Avevo tante motivazioni per fare bene, volevo innanzitutto togliermi il dente e portare a casa una medaglia, quindi ottenere un risultato che ripagasse di tutta la fatica di questi ultimi anni e poi, per ultimo, volevo dedicare questa medaglia alla mia ragazza, che oggi compie gli anni. Domani mi aspetta la Super combi, che a PyeongChang non era andata benissimo, e questo è un ulteriore motivo di riscatto".

 

 

"Sapevo che in Super G Giacomo va più forte che in Discesa libera - ha spiegato Andrea Ravelli - oggi, rispetto a ieri, è sceso con il giusto mood. Io gli ho detto solo di godersela e di sciare all’altezza dello sciatore che è. La medaglia l’abbiamo costruita nel percorso centrale e nel muro, dove ha recuperato parecchio. Nel piano finale ha lasciato qualcosa ma la pista è così e siamo noi che dobbiamo adattarci". Betagnolli è ipovedente dalla nascita a causa di un'atrofia del nervo ottico: in carriera aveva già vinto due ori, un argento e un bronzo olimpico.