Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Nazionale, Tavecchio: "Tutta colpa di Ventura. Conte nuovo ct? Fuoco..."

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

"La debacle è tecnica, la scelta tecnica sbagliata della formazione". Carlo Tavecchio si confessa a "Le Iene" dopo la clamorosa, mancata qualificazione della Nazionale italiana nel play off Mondiale contro la Svezia. "Chi ha scelto Ventura? Devo dirlo per forza, l'allenatore l'ho scelto io", ha risposto il numero uno federale nell'intervista che andrà in onda in forma integrale domenica 19 novembre nella trasmissione di Italia 1. "Se dormo tranquillo? Sono quattro giorni che non dormo. Dormo e mi sveglio", ha detto Tavecchio con voce commossa. Poi, tornando sulla partita: "Abbiamo giocato male, con gente alta almeno uno e novanta. Dovevamo aggirarli con i piccoletti che invece stavano in panchina". Sulla scelta di non cambiare Ventura a percorso iniziato, Tavecchio ha sottolineato che "io sono un uomo che non fa questi colpi di testa, anche se personalmente non ero contento della situazione dal punto di vista tecnico perché la squadra si vedeva impostata male - ha ammesso - Come si fa a non far giocare Insigne? L'ho detto allo staff, non a lui. Mica posso intervenire, ci sono delle regole, voi lo sapete più di me. Io non sono mai intervenuto sotto l'aspetto tecnico". Sull'identikit del nuovo ct, il presidente federale, rispondendo "acqua" ai nomi di Gattuso e Spalletti, "fuocherello" ad Allegri e Mancini e "fuoco" all'ipotesi Conte, ha spiegato che "io spero che ci siano queste ipotesi, però non posso dire i nomi. Noi stiamo cercando il meglio, hanno già impegni fino a giugno dal punto di vista contrattuale. Non sono mica contratti da 50mila euro, sono contratti da milioni, chi non li rispetta deve pagare la causale. Che sia Ancelotti, che sia Conte, che sia Allegri, che sia Ranieri, che sia altra gente, che sia Mancini, questo è il novero dei disponibili".