Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

La Sir sbanca Trento (3-0) e vola ai quarti di Champions

Foto: Benda

Leon mvp con 21 punti, assenti Colaci, Ricci e Russo

  • a
  • a
  • a

Vittoria, primato e quarti di finale in tasca. È questa l’estrema sintesi della quinta giornata della Pool E di Champions League con la Sir Sicoma Monini Perugia che sbanca la BLM Group Arena di Trento, piega in tre set una rimaneggiata Trentino Itas e si qualifica con un turno di anticipo per la fase ad eliminazione diretta della massima competizione continentale per club. Prova convincente dei Block Devils che, al netto delle assenze nella metà campo trentina (out Podrascanin e Lisinac, a riposo Kaziyski), giocano la loro gara con qualità e determinazione vincendo nettamente la prima frazione e trovando sempre, nelle successive due, il guizzo vincente nelle fasi conclusive dei parziali. 

 

È l’attacco il fondamentale di punta di Perugia che chiude con il 57% di squadra e trova spesso, grazie anche alla qualità dai nove metri (6 ace), una fase break che capitalizza al meglio il lavoro della seconda linea. È Leon il mattatore, l’Mvp ed il miglior realizzatore dell’incontro. 21 i punti del capitano bianconero (con 3 ace ed il 70% sottorete). Doppia cifra in casa bianconera anche per Anderson (14 palloni vincenti), molto bene in regia l’applaudito ex Giannelli, alla sua prima da avversario a Trento.

 

Può sorridere Nikola Grbic per la prova dei suoi ragazzi che, in un periodo difficile di organico (a referto, ma ancora non utilizzabili Colaci, Ricci e Russo), stanno rispondendo presenti ogni volta che vengono chiamati in causa. Rientro nella notte a Perugia per la Sir perché da domattina l’attenzione torna alla Superlega ed al big match di domenica pomeriggio quando i Block Devils saranno di scena a Modena.