Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Superlega, Sir e Leon avanti insieme fino al 2025

leon e sirci

L'asso cubano ha prolungato il contratto con Perugia. Rinnovo anche con Colaci

Luca Mercadini
  • a
  • a
  • a

La volontà delle parti è la stessa. Proseguire il rapporto insieme. La Sir Safety Conad e Wilfredo Leon la pensano allo stesso modo. E quando c’è unità di intenti, vuol dire che si è già un pezzo avanti. Per questo tutto faceva pensare che l’asso cubano potesse continuare a giocare a Perugia anche in futuro. E così sarà. In una conferenza stampa indetta dal presidente Sirci l'annuncio ufficiale: avanti insieme ancora per tre anni. Perugia ha battuto la folta concorrenza al trono di quello che è considerato lo schiacciatore più forte al mondo.

 

Come sempre si erano fatti avanti i club russi desiderosi di rinforzare il proprio organico con la stella del volley mondiale che ben conoscono visti i cinque anni e i trofei a ripetizione conquistati nella sua esperienza allo Zenit Kazan. Da qui l’interessamento del San Pietroburgo disposto a fare follie pur di tornare competitivo a livello internazionale. Per ora non sono stati sufficienti i colpi di inizio stagione, per il vero salto di qualità serve dell’altro. Ecco, quindi, la super offerta a Leon. Che, non dimentichiamolo, gode di estimatori anche in campo italiano (Piacenza?) dove, pure in questo caso, non mancano le disponibilità economiche. In tutto questo non va però dimenticato il rapporto tra il giocatore, Perugia e il club di appartenenza. WL9 in tutti questi anni ha sempre detto di trovarsi benissimo in città e di apprezzare molto il clima e il modo di vivere italiano. C’è poi il rapporto con la Sir che si è consolidato nel tempo, non a caso quest’anno Leon è diventato il capitano della squadra dopo l’addio di Alek Atanasijevic, il giocatore simbolo dei Block Devils dall’approdo nel massimo campionato di volley alla passata stagione. Rapporto che Gino Sirci (che Leon ha voluto a tutti i costi in maglia bianconera) ha coltivato nel tempo e oggi ulteriormente rafforzato dall’arrivo in panchina di Nikola Grbic, neo tecnico anche della nazionale polacca di cui Wilfredo rappresenta un punto di forza. Insomma, tre indizi valgono una prova. Perugia città vivibile, il connubio con l’allenatore (mai forte come in questa stagione) e il legame con il presidente. Non dimentichiamolo, Gino Sirci ha fatto salti mortali pur di strapparlo ai magnati del gas di Kazan nella calda estate del 2018.

 

Da qui la trattativa che è andata a buon fine: Leon alla Sir fino al 2025. E con lui c'è pure il rinnovo, per una stagione, di Max Colaci. Uno sforzo notevole in un periodo di grandi difficoltà economiche dove i club sono alle prese con spese maggiori e incassi dimezzati per via delle ristrettezze nei palazzetti determinate dall’ondata pandemica. Segno tangibile che Sirci e la Sir non si fermano e sono sempre alla ricerca di nuovi e più succulenti traguardi. Con Leon e Colaci.