Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

A1 femminile, Bartoccini-Busto 1-3: e la Diouf se ne va

 valentina diouf Foto:  lollini

Rientro amaro dopo la lunga pausa per la Fortinfissi sempre ultima in classifica

  • a
  • a
  • a

BARTOCCINI-FORTINFISSI PERUGIA - UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO 1-3 (25-19 21-25 18-25 23-25)

BARTOCCINI-FORTINFISSI PERUGIA: Havelkova 15, Melandri 12, Diop 12, Guerra 19, Bauer 12, Bongaerts 3, Sirressi (L), Melli 1, Provaroni. Non entrate: Nwakalor, Scarabottini, Masciullo, Rumori (L). Allenatore Cristofani.
UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO: Bosetti 6, Stevanovic 19, Poulter 2, Gray 24, Olivotto 8, Mingardi 20, Zannoni (L), Bressan, Monza, Battista. Non entrate: Herrera Blanco, Ungureanu (L), Colombo.
Allenatore Musso.

 



La Bartoccini-Fortinfissi Perugia parte bene ma poi non riesce a conquistare punti contro la Unet E-Work Busto Arsizio che esce dal PalaBarton con un 3-1 (25-19 21-25 18-25 23-25 i parziali) sicuramente sofferto. In avvio è subito Busto a partire con il piede giusto andando sull’1-3, le padrone di casa però ritrovano il ritmo gara e con i colpi di Diop ed il muro di Bauer cominciano ad accorciare le distanze arrivando alla parità a quota 4. La spinta non si esaurisce e ce ne è anche per allungare, con il grande lavoro a rete delle centrali umbre premia e quando Melandri respinge a muro il punto dell’11-8 coach Musso invoca il primo time-out. La pausa inverte la tendenza, Olivotto, Bosetti e Mingardi cominciano a mettere a terra palle pesanti e quando arriva quella del 14-15  è Cristofani a fermare tutto. Anche in questo caso la pausa è incisiva, al rientro la Bartoccini-Fortinfissi Perugia dimostra di aver ritrovato il controllo della rete e Bongaerts distribuisce palla rendendo impossibile leggere il gioco, dopo 5 punti consecutivi di Perugia (19-17) Musso spende anche il suo ultimo minuto di sospensione ma a poco serve la serie continua fino al 23-17, a mandare in archivio la pratica ci pensa Guerra con il mani out del 25-19.

 



Il secondo set mostra in avvio un copione differente, la formazione bustocca va subito in vantaggio prima 1-4 per poi allungare sul 2-8, Cristofani chiama il time-out, Havelkova e compagne ritornano in carreggiata ricucendo lo strappo, Musso ricorre al minuto di sospensione sia sul 12-15 che sul 16-17 vedendo la Bartoccini-Fortinfissi Perugia sempre più vicina. La pausa ferma la rincorsa delle padrone di casa, Gray e Migardi salgono in cattedra ed è proprio l’opposta lombarda a mettere il sigillo sul set con il punto del 21-25. Nel terzo set si parte punto a punto fino al 4 poi la piazzata di Havelkova e l’ace di Guerra sbilanciano gli equilibri e Musso chiama il time-out (6-4), al rientro la Bartoccini-Fortinfissi Perugia amministra il vantaggio, Poulter di astuzia, Stevanovic a muro e Gray in Pipe riportano il conteggio in parità sull’11-11, con Cristofani che usa il suo primo time-out, la tendenza non s’inverte ed allora il coach romano spende anche l’ultimo stop a sua disposizione (11-14). Le pause in questo set non fanno la differenza e Busto continua ad amministrare andando poi in progressione fino al 18-25 finale. Il quarto set vive di un gran finale con il punto a punto ma Mingardi (MVP del match), non vuole correre rischi e sigla il punto del 23-23 e non paga appone il sigillo sul match con il 23-25 che vale il 3-1 finale. Ma Diouf assente è pronta a lasciare la squadra.