Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Olimpiadi invernali, allarme Omicron: stop alla vendita dei biglietti, si accede solo su invito

  • a
  • a
  • a

Le olimpiadi e le paralimpiadi invernali di Pechino 2022 si svolgeranno senza il grande pubblico sugli spalti: la conferma arriva direttamente dal comitato organizzatore. La causa va ricercata nell'aumento esponenziale della variante Omicron, che sta dilagando nel paese. I Giochi si disputeranno dal 4 al 20 febbraio, e potranno accedere agli impianti solo pochi eletti. I biglietti infatti saranno distribuiti a un numero limitato di persone, invitate, per prevenire l'ulteriore focolaio di Covid 19.

 

 

Lo scorso settembre, il Comitato olimpico internazionale ha presentato una serie di misure preventive di base contro la diffusione del virus ai Giochi di Pechino, compreso il divieto a tutti gli spettatori stranieri ad eccezione dei residenti in Cina che rientrano nei requisiti richiesti. "Al fine di proteggere la salute e la sicurezza del personale e degli spettatori legati alle Olimpiadi, è stato adeguato il piano precedente sulla vendita dei biglietti al pubblico e della organizzazione degli spettatori in loco. È stato deciso che i biglietti non dovranno più essere venduti ma che saranno presenti in loco durante i Giochi alcuni spettatori invitati". In precedenza, l’ipotesi era di presenza fino al 50% della capienza degli impianti.

 

 

 

Il presidente cinese Xi Jinping si dice comunque fiducioso sulla riuscita dei Giochi olimpici invernali. Il leader cinese, riporta l’agenzia Xinhua, si è detto fiducioso che la Cina presenterà "al mondo Giochi olimpici e paralimpici lineari, sicuri e splendidi". Lo ha ribadito durante l’intervento in modalità virtuale al World Economic Forum 2022. I Giochi "inizieranno presto", ha detto Xi, insistendo sul motto di Pechino 2022 "Insieme per un futuro condiviso". "Uniamoci con piena fiducia e - ha affermato - lavoriamo insieme per un futuro condiviso". Le Olimpiadi si aprono pochi giorni dopo l’inizio dei festeggiamenti per il capodanno lunare. Atleti, funzionari, personale e giornalisti sono tenuti a entrare in una bolla chiusa senza contatti esterni e sottoporsi a test giornalieri. Il Beijing Daily ha riferito domenica che la capitale richiederà ai viaggiatori di fare i test entro 72 ore dall’ingresso a partire dal 22 gennaio. Anche alcune scuole di Pechino hanno chiuso e spostato le lezioni online prima delle vacanze invernali.