Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Grifo con la paura, contro l'Avellino rimedia Cerri: 1-1

Monaco e Volta in azione

Luca Mercadini
  • a
  • a
  • a

Uno striminzito pareggio. Che non aiuta il Perugia a buttarsi alle spalle definitivamente la crisi. Con l'Avellino dell'ex Novellino (espulso nel finale) finisce 1-1. E la classifica resta precaria. Nel primo tempo il Perugia fatica a trovare le misure in campo. Un po' di paura ma anche un atteggiamento tattico più attendo a non concedere spazi all'avversario che a occupare la metà campo d'attacco. I primi venti minuti dei grifoni sono bruttini ma Di Carmine ha una occasionissima sulla quale Radu si salva. L'episodio regala fiducia al Perugia che guadagna campo e - seppure con qualche fiammata improvvisa - inizia a manovrare con maggiore piglio. L'Avellino è però sempre pungente e al 42' passa in vantaggio: cross di Laverone, Zanon chiude tardi e l'ex Ardemagni di testa segna (0-1). Nella ripresa il Grifo è generoso e tenta l'assedio. L'ingresso di Cerri aiuta perché il Perugia diventa più pericoloso. Serve un rigore che non c'è (ma ce ne era uno netto sullo 0-0 a fine primo tempo) per il pareggio: lo trasforma Cerri dopo aver discusso con Di Carmine (1-1, 75').