Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ternana-Ascoli 2-4, che brutta sconfitta per le Fere

ternana-ascoli 2-4 Foto:  Principi

Il primo tempo finisce 3-0 per i marchigiani, inutili le reti di Falletti e Peralta nella ripresa

  • a
  • a
  • a

La Ternana inizia male il 2022 e rimedia una pesante scoppola interna con l'Ascoli (2-4). Ventisei secondi sul cronometro e Partipilo prova subito a scongelare la gara: dribbling e tiro con Leali che deve smanacciare in angolo. Passata la prima paura, è Tsadjout a divorarsi una grande palla gol: D’Orazio s’invola, nessuno esce a contrastarlo al limite dell’area e la punta in scivolata mette a lato da pochi passi. Le Fere costruiscono così un’altra occasione: Paghera accentra la sfera, velo di Mazzocchi e tiro di Donnarumma centrale respinto da Leali.

 

La doccia fredda, però, arriva al Liberati al primo classico “starnuto” difensivo. Fallo ingenuo al limite dell’area. Mattonella per Maistro che supera Iannarilli sul secondo palo. Maistro ci prende gusto. Tempo tre minuti e raddoppio per l’Ascoli. Ancora dal limite dell’area, nessuno esce (difetto ancora da limare per la Ternana) e Maistro beffa Iannarilli con un tiro a giro imprendibile. Doccia ancora più fredda per le Fere. La “legge Lucarelli” scende sul Liberati puntuale come sempre, ed ecco il doppio cambio per ammonizione: dentro Defendi e Proietti. Il terzino, dopo quattro minuti, cintura Bidaoui in area e procura un rigore pesante per l’economia della partita. Caligara spiazza Iannarilli e mette ghiaccio alla già congelata partita. La fortuna non aiuta una comunque la Ternana, con Mazzocchi a colpire palo da corner.

 

Nonostante il divario nei gol siglati, la Ternana prova a rientrare con Falletti, bravo a chiudere in diagonale su un invitante assist di Donnarumma nella ripresa. Iannarilli devia una punizione di Maistro sui piedi di Baschirotto che insacca il poker. Notte fonda al Liberati, nonostante il 4-2 siglato da Peralta nel recupero.