Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Novak Djokovic, gli avvocati presentano ricorso. La partita tra il serbo e il governo australiano continua. Sileri: "Non si è comportato da campione"

  • a
  • a
  • a

La partita tra Novak Djokovic e il governo australiano non è finita. Gli avvocati del tennista hanno annunciato che intendono presentare un ricorso ufficiale contro la revoca del visto al campione serbo, che ora rischia l'espulsione dall'Australia. Il visto del giocatore era stato ritirato al suo arrivo perché il serbo considerato non in regola con il vaccino anti Covid 19. Djokovic attraverso i suoi legali ha impugnato il provvedimento e il giudice gli ha dato ragione. Il governo ha subito annunciato che avrebbe potuto emettere un decreto di espulsione che è stato poi ufficializzato. Ora gli avvocati hanno presentato un nuovo ricorso e sperano in una udienza d'emergenza che venga convocata presso la Corte del circuito federale presieduta dal giudice Anthony Kelly. Nicholas Wood, uno dei legali, ha confermato che Djokovic non è in stato di detenzione.

Sul caso si è pronunciato anche Pierpaolo Sileri, sottosegretario del ministero alla Salute, intervistato da Radio Cusano Campus. "Le regole - ha dichiarato l'esponente del Movimento 5 Stelle - devono essere chiare. Lui ha ammesso di aver commesso un errore, però è un errore grossolano e non un errore da campione. Un campione si vede anche nel quotidiano. Non è stato certo un buon esempio". 

"Credo che il governo australiano - ha aggiunto Sileri - farà la scelta più giusta. Qui dobbiamo metterci in testa che c’è un problema e che le regole devono essere seguite, a maggior ragione quando si tratta di un personaggio che ha visibilità la regola deve essere da esempio. E’ come quando chiedono a una personalità popolare se è vaccinata, quella non può appellarsi alla privacy. Se non ti sei vaccinato almeno spiega il motivo. Le regole valgono per tutti, ma quando sei un personaggio pubblico forse valgono un po' di più". Il torneo Australian Open inizierà nella giornata di lunedì.