Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Gubbio, Pannacci: "L'arbitro ci ha minacciati"

Giuseppe Pannacci

Luca Mercadini
  • a
  • a
  • a

L'amarezza è tanta. La sconfitta subìta a Salò non sta né in cielo né in terra. In campo il Gubbio è la squadra che ha giocato meglio e di più ed è stata castigata da una decisione arbitrale al novantesimo che il diesse Pannacci definisce: “cervellotica”. E il direttore sportivo rossoblù non si nasconde certo dietro a un filo d'erba: “Bisogna accettare sempre e comunque le decisioni arbitrali, ma il direttore di gara ha sempre avuto un fare intimidatorio nei nostri confronti e questo non va bene. E non va bene nemmeno la concessione di un rigore che nessuno ha visto e che non c'era e che condanna la squadra che meglio ha interpretato il match”. Si ferma un attimo e poi riprende: “Va bene invece la prestazione dei nostri ragazzi che hanno davvero dato tutto. Questo ci conforta perché di una cosa sono strasicuro: continuando a giocare così di partite ne perderemo davvero poche. E questo per me è un dato di fatto”.