Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Parma-Perugia, Buffon contro il Grifo dopo 17 anni

Buffon Foto:  Lapresse

Biancorossi in vantaggio nei precedenti con Gigi, contro i Ducali nessuna sconfitta in B

Domenico Cantarini
  • a
  • a
  • a

Era il 2 maggio del 2004. Fabrizio Ravanelli bucava Buffon con un sinistro all’incrocio, sotto la curva Nord, e il Perugia batteva 1-0 la Juventus di Lippi al Curi. Era l’ultimo Grifo in Serie A di Serse Cosmi contro le stelle bianconere Nedved, Del Piero e Trezeguet. Era il giorno della prima (di due) apparizione di Saadi Gheddafi nel campionato italiano. Per il portiere più forte della storia la chiusura delle sfide al Perugia era stata amara e domenica, a distanza di oltre 17 anni, sulla strada biancorossa torna il campione del mondo del 2006. In estate Buffon, a 43 anni, si è riaccasato nella “sua” Parma, in Serie B, e per il Grifo di Alvini arriva un appuntamento di grande prestigio al Tardini. In terra ducale, così come contro l’ex capitano azzurro, il Perugia conta 13 incroci.  

 

GRIFO VS BUFFON La carriera del portiere toscano è iniziata neanche maggiorenne a Parma e la prima uscita di Buffon al Curi è arrivata nella stagione 1996-97 con una vittoria in rimonta: al gol del perugino ed ex diesse Goretti, la squadra dell’inossidabile Gigi rispose con Crespo e Crippa. Nel corso degli anni, prima con la maglia ducale e poi con la Vecchia Signora, Buffon ha battuto il Grifo 7 volte, è uscito sconfitto in 4 occasioni e 2 sono stati i pareggi. Dodici i gol biancorossi incassati, 5 invece i clean sheet del portiere. Nel campionato 1999-00 la caduta casalinga del Parma di Buffon (2-1), bucato dai grifoni Calori e Olive. Nella stagione successiva i due risultati più eclatanti, uno per parte: al Curi il ko più pesante del portierone al Curi (1-3) con 3 reti incassate e siglate da Bucchi, Materazzi e Tedesco; nel match di ritorno al Tardini però arrivò la batosta più sonante rimediata del Grifo contro Buffon, uno 0-5 senza appello. 

 

PERUGIA VS PARMA La storia del Perugia a Parma vive di un certo equilibrio nei vari confronti: 7 volte in Serie A, 4 in Serie B e 2 in coppa Italia. La prima sfida arrivò nella cadetteria 1973-74 e i biancorossi piazzarono un blitz (2-0) firmato da una doppietta di Scarpa. Il cerchio degli incroci tra ducali e grifoni si è momentaneamente chiuso nella stagione 2018-19 con il pareggio (1-1) caratterizzato dal vantaggio biancorosso di Cerri e la riposta di Ceravolo su rigore. Il bilancio dei precedenti a Parma conta 5 vittorie gialloblu, 5 pareggi e 3 successi del Grifo. Nella sola Serie B il Perugia è imbattuto con un successo e tre pari. Domenica la squadra di Alvini, mina vagante del torneo e “ammazza grandi”, va a caccia di un altro scalpo eccellente contro la potenza economica numero uno della categoria ma finora grande delusa in classifica. Gli emiliani hanno 6 punti in meno dei grifoni nonostante un monte ingaggi 5 volte superiore (32,5 milioni il Parma contro i 6,4 del Perugia. Proprio Buffon, in vista della sfida, ha spronato i suoi con un messaggio affidato ai social: “Non molliamo la presa. Concentrati sul nostro obiettivo”.