Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Frosinone-Ternana 1-1, gol di Pettinari ma Lucarelli sbotta

 frosinone-ternana 1-1 Foto: Principi

Il tecnico: "Pensiamo solo alla salvezza"

Michele Fratto
  • a
  • a
  • a

Mancava solo lui nello scacchiere rossoverde, e Pettinari finalmente ha risposto presente. Nella battaglia dello Stirpe, le Fere escono con un grande pareggio da Frosinone grazie al primo gol in campionato nella seconda avventura di Pettinari a Terni. La Ternana è andata sotto, ha tenuto botta e ha sfruttato nel migliore dei modi la superiorità numerica per l’espulsione di Gatti. Alla fine, un punto a Frosinone non è mai indigesto ma la Ternana nel secondo tempo si è costruita anche le occasioni per il sorpasso. Bene così comunque, perché fino al rosso il Frosinone ha fatto valere tutta la propria qualità. Koutsoupias sulle tracce di Ricci e Paghera vicino a Kontek per una linea mediana inedita davanti alla difesa, con l’ex Lanciano sostituito prima del ventesimo perché già ammonito. Il ritorno in via ufficiale della “regola Lucarelli” dopo quanto successo a Proietti contro il Crotone. Gran colpo d’occhio nello spicchio del settore ospiti, invaso in ogni suo posto da bandiere, sciarpe e striscioni rossoverdi. Un incessante boato canoro da parte dei tifosi si è sentito per tutti i novanta e più minuti dello Stirpe.

 

La Ternana viene schiacciata nella propria metà campo dal Frosinone. Da punizione, Ricci colpisce il palo esterno, mentre Iannarilli mette in mostra i riflessi su Charpentier e Cotali. Proprio l’ex Avellino, già spina nel fianco della Ternana ai tempi dell’Avellino, sblocca il match. Cross di Zampano, Sorensen si fa scavalcare dalla sfera e ancora una volta di testa l’attaccante di Grosso supera Iannarilli apparso stavolta poco reattivo. Pettinari entra per Paghera, Diakité si dimostra per la terza gara consecutiva giocatore affidabile. Quando tutto sembra nelle mani del Frosinone, ecco che il calcio si mostra in tutta la sua imprevedibilità. Nel giro di pochi istanti, Gatti incassa due gialli e va negli spogliatoi anzitempo. Allo Stirpe, così, va in scena un Ternana – Crotone al contrario, e le Fere iniziano a guadagnare sempre più campo. L’occasione capita a Donnarumma, ma Garritano devia a pochi centimetri dalla linea di porta.

 

La ripresa è un monologo a tinte rossoverdi. Tutti lo aspettano, e il gol arriva. Pettinari ha il Frosinone tra le sue vittime preferite e lo dimostra sbloccandosi proprio allo Stirpe. Casasola con un orrore difensivo serve Donnarumma. Scarico dell’attaccante per Koutsoupias, respinta di Ravaglia e Pettinari da vero rapace ribadisce in rete. Boato dal settore ospiti. Il momento è importante, i tifosi incitano da una parte e dall’altra in una partita nella partita. Capone ha la palla del vantaggio ma viene murato in area. Le squadre si allungano, Cosso tiene un metro di giudizio molto europeo e lo spettacolo ne beneficia. Non c’è un attimo di respiro nell’ultima parte di gara. Mazzocchi si avvita e va vicino al gol, per il Frosinone Zampano è un motorino carico di benzina. Si continua così fino al triplice fischio finale, quando l’arbitro decreta la fine delle ostilità. Ora testa al Benevento venerdì sera al Liberati, ma Lucarelli non è contento: "Possiamo pensare solo alla salvezza"