Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Buffon decisivo, rigore parato a Como e sfogo post partita contro i critici: "Pappagalli stupidotti"

  • a
  • a
  • a

Gigi Buffon ancora decisivo. Il portiere, tornato a Parma in questa stagione, ha parato un rigore nella gara contro il Como terminata 1-1 e risposto ai critici non senza polemica. "Qualche pappagallo stupidotto diceva che dovevo smettere dopo il 4-0 a Lecce ma ero andato male solo un tempo - ha affermato dopo la partita -. Gioco anche per loro, per dare risposte a chi si chiede perché Buffon giochi. Mi sento ancora molto bene e ho fatto la scelta più giusta. Scendo in campo per chi mi chiede ogni mattina di riportare il Parma in serie A". Il discorso si è poi spostato sulla Nazionale: "E' impensabile che l’Italia possa fare 12 anni senza mondiali, bisogna mettere nelle condizioni il ct e i ragazzi di superare il play off", ha dichiarato a SkySport.

 

 

L’ex bandiera della Juventus ha poi commentato l’attuale momento della formazione bianconera: "La parabola discendente era già evidente, però è anche vero che con l’arrivo di un tecnico come Allegri si pensava riuscisse a trovare la quadra giusta - ha ammesso Buffon -. Se devo prendere individualmente i giocatori della Juve sono tra i primi due-tre del campionato, non li vedo inferiori a quelli di Milan, Inter o Napoli, bisogna vedere se insieme riescono a fare squadra e gruppo. Io penso che gente come Chiellini e Bonucci andrebbero clonati, ne ho incontrati pochi come loro, o Barzagli. Tutti i cicli finiscono e per far ripartire qualcosa di vincente ci vuole tempo".

 


E ancora: "La Juve in questi nove anni ha fatto qualcosa di clamoroso - ha rivendicato Buffon -, era impensabile che continuasse così per 20 anni. Bisogna ricostruire la base, Chiesa ad esempio è uno di quei giocatori che può diventare un simbolo ma ce ne sono anche altri, ripeto serve tempo".