Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Inter-Napoli 3-2, gol e highlights. A segno Zielinski. Calhanoglu, Perisic, Lautaro e Mertens

  • a
  • a
  • a

Prima sconfitta, dopo quella del Milan, anche per il NapoliL’Inter batte 3-2 la capolista dell’ex Spalletti e si porta a -4 proprio dalle due prime della classe grazie ai gol di Calhanoglu, Perisic e Lautaro Martinez capaci di ribaltare l'iniziale vantaggio dei partenopei. La squadra di Simone Inzaghi ha due punti in meno a parità di giornate dell’ultima Inter di Conte, e allo stesso tempo torna a vincere il primo scontro diretto proprio contro il Napoli, come nella scorsa stagione.

 

 

L’inizio di gara dei nerazzurri è dei peggiori. Dopo appena 17’ fa tutto Zielinski che ruba palla a Barella e si fa trovare pronto per la conclusione a rete da fuori area dopo l’assist di Insigne. Ma l’Inter è viva e prima dell’intervallo ribalta il risultato. La rete del pareggio arriva al 23’, grazie ad un episodio da moviola: Koulibaly devia col braccio un tiro di Barella e l’arbitro Valeri ha bisogno del Var per assegnare il rigore che Calhanoglu non sbaglia. Per assistere al vantaggio nerazzurro bisogna invece aspettare il 44’: Perisic di testa da posizione defilata anticipa tutti sul calcio d’angolo di Calhanoglu e fa vibrare l’orologio di Valeri che assegna il 2-1.

 

 

Nella ripresa l’Inter trova anche il terzo gol firmato da Lautaro a coronamento di una micidiale ripartenza di Correa con la difesa azzurra scoperta. Nella girandola dei cambi, che segue il 3-1 entrano anche Mertens ed Elmas nel Napoli per Insigne e Lozano mentre nell’Inter è il turno di Gagliardini e Dimarco per Lautaro e Barella. Inzaghi si copre. A pagare è la mossa di Spalletti, però, perché al 78’ Mertens accorcia le distanze con un gran destro da fuori area che sorprende Handanovic. Nel finale, gli azzurri sfiorano anche il pareggio con un colpo di testa di Mario Rui tutto solo in area. Miracoloso l’intervento di Handanovic che salva l’Inter. In pieno recupero (concessi 8’, ndr) il portoghese del Napoli ha un’altra grande occasione, su assist fantastico di Anguissa, ma spara alle stelle tutto solo davanti ad Handanovic.