Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Superlega, la Sir travolge Trento 3-0

 sir-trento 3-0 Foto:  Testa

Leon mvp trascina al successo Perugia che scavalca in classifica l'Itas

  • a
  • a
  • a

Bella, spettacolare, entusiasmante. In un PalaBarton infuocato la Sir Safety Conad Perugia si impone con una grande prova nel big match della quinta giornata di Superlega: 3-0 il risultato finale che mette la sigla su una prestazione eccellente degli uomini di Nikola Grbic che vale la quarta vittoria piena stagionale ed il sorpasso in classifica propria sulla formazione di Lorenzetti. Partita davvero ben giocata dagli uomini del presidente Sirci che trovano la serata d’oro al servizio (12 ace contro un solo servizio vincente avversario) ed a muro (8 vincenti contro 4 di Trento). Anche gli altri numeri del confronto confortano lo staff tecnico bianconero con la squadra di casa migliore in ricezione (56% di positiva contro 39%) ed in attacco (57% di squadra nella metà campo di casa contro il 40% degli uomini dell’Itas).

 


Dopo un primo set tutto di marca perugina chiuso 25-12 con 7 ace e 4 muri vincenti, il match si è fatto combattuto. Trento, orfana di Michieletto, ha provato a variare qualcosa nel suo gioco, i padroni di casa, trascinati dal sostegno incessante del pubblico amico, hanno risposto con le loro armi migliori, cioè pressione costante dai nove metri e grande qualità nella correlazione muro-difesa. Al resto hanno pensato i frombolieri di palla alta bianconeri Leon, Anderson e Rychlicki che hanno permesso a Perugia di chiudere gli altri due set 25-21 e 25-18.

 


In un sestetto che ha girato come un orologio, sono emerse le tante individualità della Sir. Come l’incontenibile Mvp Leon, che ne mette a terra 21 con 7 ace e 2 muri punto, come Anderson stellare in ogni angolo del campo (69% in attacco), come Rychlicki (9 punti col 50%) dirompente da posto due. Ricci e Solè hanno assicurato qualità al centro della rete, un ispirato Giannelli ha distribuito con sagacia mettendo a segno anche 5 punti, Colaci in seconda linea ha saputo dare sicurezza a tutto il reparto. Nel finale di terzo set ovazione del PalaBarton per l’ingresso al servizio di Roberto Russo al suo esordio stagionale dopo l’infortunio al tendine d’achille.