Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Impresa di Colbrelli, sua la Parigi-Roubaix: vittoria tra le lacrime

  • a
  • a
  • a

Grande impresa di Sonny Colbrelli. Il ciclista italiano ha trionfato alla Parigi-Roubaix, grande classica monumento. Per lui si tratta di un autentico trionfo, l'apice di una carriera e di un 2021 in cui ha vissuto un'annata stratosferica, con campionato italiano, europeo e ora la Roubaix.

 

 

Al traguardo sul velodromo ha preceduto Veermersch e Van der Poel. L'ultimo italiano a vincere la grande classica è stato Andrea Tafi, nel 1999. E' stata un'edizione resa ancor più epica del solito dalle condizioni meteo (pioggia battente all'inizio e stradine piene di fango), resta anche il rammarico per la sfortuna che ha privato l'azzurro Gianni Moscon di un successo che avrebbe strameritato. Il 27enne trentino della Val di Non ha prima bucato e poi è caduto quando aveva un largo vantaggio sugli inseguitori, a poco più di 25 chilometri dall'arrivo.

 

 

Per Sonny Colbrelli, che a giugno aveva vinto il campionato italiano a Imola e a settembre il campionato europeo a Trento, è un periodo davvero magico. Il 31enne bresciano infatti, al debutto nella Roubaix, ha conquistato la vittoria in una edizione bagnata come non accadeva dal 2002, complice anche il fatto del periodo in cui si è disputata: ottobre rispetto alla consueta primaveraPrima volta a causa della pandemia dopo l’annullamento dell’edizione 2020. Prima di oggi, l’ultima Roubaix si era disputata il 14 aprile 2019 e aveva vinto Gilbert. Per l'Italia continua un momento indimenticabile dal punto di vista dei successi sportivi.