Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

La rivelazione di Lucarelli: "Volevo portare Buffon a Terni"

 defendi segna a buffon

L'allenatore delle Fere soddisfatto dopo il 3-1 al Parma ha parlato dell'amico Gigi

Riccardo Tommasi
  • a
  • a
  • a

La Ternana si rialza e lo fa in grande stile. Dopo il pareggio in extremis sul campo del quotato Monza, le Fere hanno battuto gli uomini di mister Enzo Maresca con una prestazione maiuscola. Al termine della sfida il tecnico Cristiano Lucarelli ha commentato con soddisfazione il primo successo in campionato contro il Parma. “Nel primo tempo non siamo stati abbastanza cattivi, tuttavia negli spogliatoi ho fatto i complimenti ai ragazzi per quanto espresso. Abbiamo ottenuto i tre punti a cospetto della squadra più forte dell’intera Serie B. In questo campionato l’ultima in classifica può vincere contro la prima, lo ribadisco. Nella ripresa siamo stati più cinici rispetto alla frazione iniziale. Solitamente si fa un tempo per uno in Serie B ed oggi (ieri ndr) è andata indicativamente così. Da parte nostra ci siamo difesi con i reparti stretti, recuperando molti palloni. Eravamo reattivi sulle seconde palle e tutto ciò ci ha permesso di arrivare nella loro metà campo tante volte".

 

La rete subita? "Il gol del Parma neppure l’ho visto perchè mi stavo consultando con lo staff. Una squadra in riabilitazione poteva subire il contraccolpo. Il pubblico però ci ha sostenuto e dato la voglia di tirare fuori tutto quello che avevamo in corpo. E’ stata una prestazione che mi ha abbastanza soddisfatto anche se siamo ancora poco letali negli ultimi trenta metri. Dobbiamo essere concreti e fare più gol rispetto a quanto produciamo”.

 

L’inizio campionato di fuoco della Ternana proseguirà ancora per due turni, in quanto già domenica al Liberati sarà di un’altra emiliana e cioè la Spal. Successivamente la trasferta sul terreno della Cremonese chiuderà un tour de force terribile per gli uomini di mister Cristiano Lucarelli che dopo in poi affronteranno avversarie, almeno sulla carta, meno accreditate per i vertici della graduatoria cadetta. “Sapevamo di avere un inizio difficoltoso. Non dovevamo imbarcare acqua. I ragazzi si sentivano forti ed adeguati per la B ma non erano branco. Piano piano ci stiamo riuscendo al di là dei quattro punti nelle ultime due partite. In questi due partite con tanta umiltà era giusto aiutare la squadra. Il Parma è una squadra con mille risorse e dovevamo cercare di chiudere tutte le linee di passaggio chiedendo sacrificio alternato”. Mister Lucarelli parla infine di Buffon. “L’ho chiamato per farlo venire a Terni. Ci ha pensato poi ha scelto il Parma. Abbiamo un gran bel rapporto. Giusto così, è nato a Parma e cresciuto a Parma”. C’è quindi da stringere i denti e come ormai si dice da più di anno in casa rossoverde tenere la testa tutti dentro al carro armato.