Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

F1, a Monza trionfo di Ricciardo. Incredibile incidente tra Verstappen ed Hamilton. Ferrari fuori dal podio

  • a
  • a
  • a

Un Gran Premio d'Italia di Formula 1 ricco di colpi di scena quello andato in scena oggi, domenica 12 settembre 2021, a Monza. Vince a sorpresa l'australiano Daniel Ricciardo con il britannico Lando Norris secondo per una storica doppietta McLaren. Sul terzo gradino del podio il finlandese Valtteri Bottas (Mercedes). Le Ferrari chiudono al quarto e sesto posto, rispettivamente con Charles Leclerc e Carlos Sainz jr. L'episodio clou al ventisettesimo giro quando Max Verstappen, leader del Mondiale, è finito con la sua Red Bull sopra la Mercedes del rivale Lewis Hamilton per un incidente clamoroso senza conseguenze che però avrebbe potuto essere davvero pericoloso soprattutto per l'inglese ben aiutato dalla protezione dell'abitacolo. I due sono stati costretti entrambi al ritiro, non mancheranno polemiche e attribuizioni di colpe. 

 

 

Alla partenza Ricciardo aveva dimostrato di essere in gran giornata prendendosi subito la prima posizione. Ma un incidente tra il ferrarista Sainz e l'italiano Giovinazzi portava subito la safety car in pista. I primi giri vedono due duelli: tra Ricciardo e Verstappen per il primo posto, tra Norris ed Hamilton per il terzo. Poi i guai di Verstappen ai box, Hamilton che riesce a sorpassare Norris ma al ventisettesimo giro l'incidente: Hamilton esce dai box, affianca alla prima variante Verstappen, i due percorrono insieme la chicane sino al contatto con la Red Bull di Verstappen che finisce sopra la Mercedes del britannico. Safety car poi dopo le posizioni non cambiano nonostante un generoso Leclerc all'assalto di un podio che però, non arriva. Così la McLaren torna al successo dopo 9 anni di digiuno, l’ultima volta fu Janson Button in Brasile nel 2012.

 

 

"Risultato enorne, non ho parole" ha detto all'arrivo Ricciardo alla sua nona vittoria in carriera in F1. In testa al Mondiale sempre Verstappen (224,5 punti) con Hamilton incollato (221,5). Più lontano Bottas (123). Nella classifica costruttori guida la Mercedes (347,5) davanti a Red Bull (334,5) e Ferrari (181,5).