Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Paralimpiadi, storico podio tutto italiano nei 100 metri: trionfano Sabatini, Caironi e Contrafatto

  • a
  • a
  • a

Tripletta storica per l’Italia nei 100 metri femminili T63 ai Giochi Paralimpici di Tokyo 2020. La medaglia d’oro è andata ad Ambra Sabatini con il nuovo record del mondo di 14.11, argento a Martina Caironi che ha chiuso in 14.46 e il bronzo a Monica Contrafatto in 14.73. "L’abbiamo fatta sporca, siamo campioni del Mondo". Così le tre azzurre commentano felici ai microfoni della Rai le tre medaglie nei 100 metri alle Paralimpiadi. "Si è creato un bello spirito, siamo felicissime. L’Inno sarà qualcosa di eccezionale. Complimenti ad Ambra per il record del mondo", ha dichiarato la veterana Caironi. "È quello che sognavamo, è bellissimo", ha replicato la neo campionessa olimpica Sabbatini. Questa l’ultima gara del programma dell’atletica sulla pista dello stadio Olimpico di Tokyo. L’Italia raggiunge quota 67 medaglie totali nel medagliere.

 

 

Ma chi sono le atlete che entrano nella leggenda dello sport italiano? La neo campionessa olimpica Ambra Sabatini è originaria di Livorno, ha 19 anni e la sua è cambaita il 5 giugno 2019 quando in scooter con il padre diretta agli allenamenti sulle strade dell'Argentario, un'auto invase la corsia per un sorpasso travolgendoli. Ambra, trasportata subito all’Ospedale Careggi di Firenze, ha dovuto subire l’amputazione della gamba sinistra sopra al ginocchio, rimasta schiacciata nello schianto. Una perdita enorme, che però non l'ha scoraggiata. Così è tornata ad allenarsi - nuoto e ciclismo in attesa della protesi - per poi tornare all'amata atletica. Ora la medaglia d'oro con il record del mondo. 

 

 

Martina Caironi, non è nuova a medaglie alle Paralimpiadi. La ragazza bergamasca, 31 anni, nei Giochi di Londra del 2012 ha vinto l'oro nei 100 metri oltre a diverse medaglie ai Mondiali. Anche Martina ha avuto un incidente in moto - tornava da una festa - che l'ha costretta all'amputazione della gamba. Infatti corre con una protesi fissata al moncone della gamba sinistra (all'epoca aveva solo 18 anni). Monica Contraffatto, originaria di Gela, 40 anni, ha vinto il bronzo come ai Giochi di Rio nel 2016.  Monica, caporale maggiore dei bersaglieri, ha perso la gamba sinistra seguito a un attacco alla base italiana mentre si trovava in Afghanistan nel 2012 per una missione di pace.