Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ternana-Brescia 0-2, Lucarelli: "Concesso un rigore incredibile"

ternana-brescia 0-2 Foto: principi

Il tecnico rossoverde critica la concessione del penalty dell'1-0 dopo un lungo conciliabolo

  • a
  • a
  • a

Inizio amaro per la Ternana in Serie B che al Liberati ha perso per 2-0 contro il Brescia. Primo tempo molto sottotono per i rossoverdi e la doppietta di Bajic è risultato poi determinante per l’esito dell’incontro. Al termine della sfida il tecnico Cristiano Lucarelli ha commentato l’andamento del match puntando il dito contro l’episodio che ha sbloccato la gara. “Dopo il nostro possibile vantaggio con Donnarumma purtroppo siamo stati puniti dal calcio rigore concesso al termine di un conciliabolo incredibile. Ci sono voluti due o tre minuti per mandare l’arbitro al monitor del Var e poi altri abbondanti secondi per decretare il rigore che per ovvi motivi ha indirizzato la sfida. Non entro nel merito dell’utilizzo di questo strumenti che essendo tecnologico spesso e volentieri rende giustizia, ma in circostanze come quella di oggi (ieri ndr) non è possibile valutare l’entità del colpo che subisce il giocatore bresciano. Si vede il contatto, ma non sempre uno scontro è fallo. La Serie B prevede questo metodo in assistenza ai direttori di gara, quindi dovremo abituarci”.

 

L’ex attaccante del Livorno però sposta anche l’attenzione su un approccio non buono della squadra scesa in campo. “Nel complesso non è stata una buona prestazione, questo perché siamo entrati in campo accusando troppa tensione. Era il debutto in cadetteria e ci può stare, però qualche errore individuale di troppo è stato causato dall’aver sentito molto la partita contro un avversario sicuramente tra i più attrezzati del campionato. Non mi sento di parlare di problemi tattici, in quanto ho visto troppe letture di gioco errate. La genesi di tali situazioni è da imputare ad una non tranquillità mentale dei ragazzi. Nonostante ciò abbiamo creato molto in avanti e ci siamo presentati ben cinque volte a calciare pericolosamente dalle parti dell’estremo difensore ospite. Questo è un ottimo segnale perché se crei anche quando giochi male vuol dire che in altre circostanze puoi fare veramente male all’avversario. Ripartiamo da ciò, ma dobbiamo necessariamente dare continuità alla manovra altrimenti si va in difficoltà. In tal senso mi aspettavo qualche problema rispetto alla gara di Coppa Italia a Bologna e ciò si è avverato”.

 

Adesso però la parola d’ordine è ripartire immediatamente. “Sapevamo che con il Brescia sarebbe stata complicata e quindi accettiamo il verdetto del campo. Ora tutti concentrati verso Reggio Calabria dove servirà un’altra Ternana in campo”.