Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coppa Italia, Bologna-Ternana 4-5: colpo delle Fere. Mihajlovic: "Brutta figura, chiediamo scusa"

  • a
  • a
  • a

Coppa Italia, la Ternana elimina il Bologna al termine di una gara pirotecnica. Dopo aver superato l'Avellino ai rigori nei giorni scorsi, le Fere battono anche i rossoblù di Sinisa Mihajlovic. Nella sfida al Dall’Ara valida per l’accesso ai sedicesimi umbri, neopromossi in serie B, in vantaggio con Agazzi al 6’ e Donnarumma al 21’ dopo aver fallito un calcio di rigore.

 

I felsinei accorciano le distanze con Dominguez al 38’ ma due minuti dopo la Ternana va nuovamente in gol con Peralta. Nella ripresa gli umbri allungano con Falletti al 50’ e ancora con Peralta al 54’. Il Bologna si scuote, accorcia con Arnautovic al 56’, va a segno con Soriano al 58’ e poi al 75’ con Orsolini. Ma non basta. Il Bologna è fuori, Ternana ai sedicesimi. Sinisa Mihajlovic non ci sta. Voleva che il ritorno al Dall’Ara con più di 5.300 tifosi avesse un finale diverso.

 

E dopo l’eliminazione dalla Coppa Italia del suo Bologna non usa mezzi termini: "Abbiamo fatto tutti una brutta figura e dobbiamo chiedere scusa ai tifosi e alla società. Con tutto il rispetto per la Ternana, non può succedere una cosa così. Si può perdere ma non in questa maniera e dispiace a tutti. Purtroppo non si torna indietro, siamo già usciti dalla Coppa e questo deve essere un campanello di allarme perchè bisogna essere più attenti e concentrati. Dura spiegare, lavoreremo molto sulla fase difensiva ma è una questione di attenzione. Cinque gol presi in modo troppo facile. Oggi è vero che ci mancavano 5 terzini ma non voglio attaccarmi a questo, poi abbiamo dovuto cambiare anche Mbaye che si è rotto un dito: rimane il fatto che dal punto di vista tecnico eravamo comunque superiori e perdere così non è possibile", ha spiegato l'allenatore serbo dei felsinei.