Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Messi, il Barcellona ufficializza l'addio: "Ostacoli economici e strutturali"

  • a
  • a
  • a

Lionel Messi e il Barcellona si dicono ufficialmente addio. A renderlo noto è lo stesso club blaugrana con un comunicato: "Sebbene sia stato raggiunto un accordo tra FC Barcelona e Leo Messi e con la chiara intenzione di entrambe le parti di firmare oggi un nuovo contratto, non sarà possibile formalizzare il tutto a causa di ostacoli economici e strutturali (regolamento del campionato spagnolo). Di fronte a questa situazione, Lionel Messi non rimarrà legato all’FC Barcelona. Entrambe le parti sono profondamente dispiaciute che alla fine i desideri sia del giocatore che del club non possano essere esauditi. Il Barça ringrazia Messi per il suo contributo e gli augura il meglio nella sua vita personale e professionale".

 

 

Un'autentica bomba per il calcio mondiale. Messi dopo essere cresciuto nel settore giovanile del Barcellona e aver esordito il 16 ottobre 2004, ha giocato con i blaugrana 17 stagioni collezionando 778 partite e 672 gol. Tra i suoi successi 10 volte la Liga, 4 la Champions League e 3 il Mondiale per Club. Dunque proprio nell'estate in cui Messi era riuscito a trascinare la sua Argentina a un titolo, la Coppa America, ora è disoccupato. 

 

Ma lo sarà solo per qualche giorno. Impossibile che il miglior giocatore del mondo resti fermo, così si spiega anche l'immobilismo dei grandi club europei che non hanno fatto mercato. Dove andrà dunque a giocare Messi? Il Psg sembra la candidata più forte: il club parigino ha già alcune stelle come Mbappè e Neymar, potrebbe aggiungerci Messi oppure far partire il francese per far posto all'argentino. Più defilato il Manchester City, ma le capacità persuasive di Guardiola potrebbero essere determinanti. Psg e Man City sembrano gli unici club capaci di sostenere un'operazione economica così importante tralasciando i rivali storici del Real Madrid. Altri club che potrebbero inserirsi? Il Manchester United e il Chelsea, ma gli sceicchi di Psg e City non si faranno sfuggire il giocatore più forte al mondo. Non proprio alla soglia del mondiale che si giocherà in Qatar.