Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Caterina Banti, dalla laurea con lode in studi orientali alla passione per Jovanotti e De Niro

  • a
  • a
  • a

Caterina Marianna Banti, più semplicemente Caterina, è una delle veliste italiane più importanti. Nel 2019, lei e Ruggero Tita, una delle coppie più vincenti, si sono guadagnati l’ambito premio Velista dell’anno Fiv, un riconoscimento che attesta il loro grande impegno nello sport. Nata a Roma il 13 giugno 1987, sotto il segno zodiacale dei Gemelli, Caterina Banti è iscritta al Circolo Canottieri Aniene dal 2013 e veleggia nella classe mista Nacra 17, assieme appunto al collega Ruggero Tita.

 

 

La loro collaborazione è iniziata nel 2017, mentre prima Caterina era in coppia con Lorenzo Bressani. Relativamente alle curiosità sul suo conto, sebbene a 13 anni avesse iniziato a seguire un corso di vela, dedicandosi anche a qualche uscita, Caterina aveva poi abbandonato questo sport per tuffarsi in tutt’altro mondo. Ha praticato la scherma, la danza classica e l’equitazione a livello agonistico, infine ha accantonato lo sport per concentrarsi sullo studio. Solo verso i 20 anni, Caterina ha deciso di riprovarci.

 

 

Assieme a suo fratello è tornata a solcare i mari ed è riuscita a fare della sua passione un mestiere. Il successo è arrivato quando la donna ha incontrato Ruggero Tita, e i due campioni hanno deciso di unire le forze. Tutto è avvenuto quasi per caso: Caterina ha conosciuto Ruggero nel 2016, a Formia. Si è laureata in Studi Orientali e ha conseguito la magistrale in Studi Islamici, con 110 e lode. E' davvero molto brava con le lingue: parla inglese, francese, spagnolo, arabo e turco. Nel tempo libero adora leggere e il suo libro preferito è Il nome della rosa, di Umberto Eco. Jovanotti in ambito musicale e Robert De Niro come attore sono i suoi artisti preferiti. Caterina Banti è protagonista in coppia con Tita alle Olimpiadi di Tokyo e va a caccia del sogno medaglia.