Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia-Cesena 2-0, gol e highlights: Dell'Orco e Murano a segno nell'amichevole

Domenico Cantarini
  • a
  • a
  • a

Grifo incompleto, ma interessante e vincente. L’esordio stagionale del Perugia al Curi nel test di ieri sera contro il Cesena consegna al popolo biancorosso, e ai circa 800 spettatori tornati sugli spalti dopo 9 mesi, un Perugia dalle potenzialità tutte da scoprire e una base valida su cui lavorare. Alvini si è preso l’applauso all’ingresso in campo, i grifoni hanno messo sul tormentato prato sprazzi del credo del tecnico di Fucecchio e alla fine è arrivato un successo per 2-0, con un gol per tempo, che chiude il quadro delle amichevoli per aprire le porte alla prima ufficiale fra 6 giorni, ancora al Curi, contro il Sudtirol in coppa Italia. 

 

 

Brioso l’avvio del Grifo che arriva tre volte al tiro in tre minuti grazie ad altrettante azioni manovrate a due tocchi e Kouan, Lisi e Carretta sfiorano il bersaglio grosso. La pressione biancorossa viene premiata all’8’ su angolo, battuto da Burrai, con l’incornata perfetta di Dell’Orco per l’1-0: una risposta precisa alla cattiveria chiesta da Alvini in settimana sulle palle inattive. Dopo i 24 gol fatti (zero subiti) nelle tre amichevoli in ritiro, il match è il primo vero “crash test” per la fase difensiva biancorossa: Caturano spaventa Chichizola con un sinistro violento, il perfetto Dell’Orco firma una diagonale da manuale e poi il portiere contiene un rasoterra di Zecca. Da registrare i meccanismi biancorossi e la distanza fra i reparti. Il Cesena buca soprattutto centralmente e ancora Zecca sfiora il pari con un destro incrociato. Il Grifo gira meglio con la palla fra i piedi e il raddoppio non arriva per questione di centimetri quando Carretta pesca bene l’inserimento aereo di Kouan e Nardi respinge con un guizzo (34’).

 

 

Dopo la pausa, la classica girandola di sostituzioni serve per mettere benzina nelle gambe, la parata scenografica di Nardi nega il gol al Murano (30’ st) che trova comunque il raddoppio realizzando il rigore procurato da Sounas. I “comandi vocali” di Chichizola, l’esuberanza di Lisi, le fiammate di Carretta e la certezza Dell’Orco: così è iniziato il restyling dell’organico per la B. Ci sono ancora da inserire qualità fisiche, tecniche e gol. Intanto Alvini prosegue l’assemblaggio e per il Grifo sono in arrivo le partite vere.