Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Vito Dell'Aquila, la dedica al nonno morto: "Era sicuro della medaglia d'oro", Il post commovente su Instagram

  • a
  • a
  • a

Vito Dell'Aquila a soli 20 anni ha conquistato il suo primo oro alle Olimpiadi di Tokyo 2020, diventando anche il primo millennial italiano a vincere una medaglia olimpica. Dopo la vittoria nel taekwondo, ha voluto dedicare questo successo al nonno morto da circa un mese.

 

"Mio nonno è mancato un mese fa, fino ai primi mesi di quest’anno faceva tutto normalmente, poi è andato peggiorando e l’abbiamo perso. Lui era sicuro che avrei vinto, dedico a lui questa medaglia", ha detto in collegamento con la dark room di Casa Italia. Proprio dopo la scomparsa del nonno, gli aveva dedicato un post commovente su Instragm, che riportiamo di seguito.

 

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da VITO DELL'AQUILA (@vitooftheeagle)

 

"Ieri guardavo le foto e mi mancava troppo" ha detto l’azzurro, stesso nome e cognome del nonno. "Ho pensato molto a lui, mi dicevo che non potevo mollare e che dovevo vincere l’incontro. Sono onorato di essere il primo degli anni 2000 a vincere una medaglia alle Olimpiadi, questo dimostra quanto la nostra generazione sia forte e con ideali come sacrificio e amore per lo sport, sono fiero di essere il pioniere" ha proseguito Dell’Aquila che ha ricevuto la chiamata del comandante generale dei carabinieri Teo Luzi. In collegamento da Mesagne, mamma e papà con il fratello: "Mi mancate" ha detto Dell’Aquila che poi ha chiesto che gli mandassero i video della sua performance vista dalla palestra del suo paese dove si allena. "Ho vissuto molto male il 2020, un anno senza obiettivi, tutto andava storto. Qui ho ritrovato me stesso. Ora che ho la medaglia al collo, posso dire che quest’Olimpiade è andata più che bene", aveva detto ancora a caldo, a bordo tatami, dopo aver sconfitto l'avversario.