Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Sara Scaperrotta, dallo sfogo contro Zaniolo al rapporto con la madre di lui Francesca Costa

  • a
  • a
  • a

Nicolò Zaniolo è diventato padre. Venerdì 23 luglio infatti è nato Tommaso, il piccolo venuto alla luce dall'ex fidanzata Sara Scaperrotta. Zaniolo era presente in ospedale alla nascita del bimbo. Classe 1998, Sara vive a Roma, città in cui è nata; dopo il diploma ha scelto di proseguire il suo percorso di studi all’Università La Sapienza, iscrivendosi al corso di Scienze della Moda e del Costume. Pochi giorni fa la Scaperrotta ha sfogato tutto il suo malumore nei confronti dell'ex compagno e padre del suo bambino. Ha raccontato di un figlio prima voluto e poi non più.

 

 

Sul social Sara ci è andata giù in maniera piuttosto dura. "Tommaso - questo il nome scelto per il figlio - è frutto dell’amore di due persone - ha scritto -. E' stato voluto, cercato, desiderato e la scoperta del suo arrivo è stata celebrata in un clima di gioia condivisa. Poi qualcosa è cambiato e mi sono trovata di colpo a percorrere questo cammino verso la genitorialità da sola, senza supporto di alcuna natura”.

 

 

Quindi il racconto di come i rapporti si siano deteriorati nonostante i tentativi di rendere partecipe Zaniolo di tutti i passaggi della genitorialità: “La paura che all’inizio ho provato per via dell’assenza di una figura paterna per il bambino e di un complice con il quale intraprendere questo percorso, presto si è trasformata in un forte dispiacere, anche per le modalità che mi sono state riservate. Non per la bufera mediatica nella quale mi sono ritrovata, ma perché Nicolò si stava perdendo tutte le emozioni, le scoperte, quel misto di gioia e di spavento, che caratterizzano tutto il periodo della gravidanza. Per questi motivi ho tentato a più riprese di coinvolgerlo senza avere successo, ogni mio tentativo di contatto è stato vano, bloccando persino i canali social e whatsapp, ed io mi sono trovata dinnanzi un forte muro comunicativo ed emotivo", la tesi di Sara.

 

 

Nei mesi scorsi la madre di Zaniolo, Francesca Costa, aveva contestato la verità della Scaperrotta: "Sara è sempre stata trattata come una figlia. Quando Nicolò ci ha scritto che stavano aspettando un bambino, siamo scesi a Roma: lui era disperato. Discuteva con Sara perché ha capito di non essere più innamorato. Quando siamo arrivati Sara era già pronta per andarsene. Ha detto che sarebbe andata dal ginecologo, mi sono offerta di accompagnarla. Mi ha detto che sarebbe andata da sola e le ho scritto di chiamarmi una volta finita la visita. Mai più sentita", le parole della madre del giocatore della Roma. Ora la nascita del figlio Tommaso, chissà se Zaniolo tornerà sui suoi passi o vivrà la paternità distante.