Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Serie B, Roberto Goretti torna in pista: l'ex Perugia riparte dal Cosenza

  • a
  • a
  • a

Roberto Goretti torna in pista. L'ex grifone è il nuovo direttore sportivo del Cosenza. Il club calabrese, fresco di retrocessione in Serie C, attende però con ottime chance notizie sul ripescaggio dopo l'esclusione del Chievo. L'ufficialità è attesa per lunedì e rappresenta una data cruciale proprio per il tesseramento di Goretti in Calabria. L'ex direttore dell'area tecnica nella giornata di ieri è arrivato a Cosenza, sistemato alcuni dettagli del contratto, preso contatto con gli altri uomini del Cosenza e anche dei media che lo hanno accolto nella sede del club rossoblù. Poche parole stringatissime quelle di Goretti in attesa della conferenza di presentazione ufficiale. 

 

​https://www.facebook.com/cosenza.channel/videos/339257087694331

 

L'ex responsabile dell'area tecnica del Grifo torna dopo un anno sabbatico successivo alla clamorosa retrocessione in Serie C del Perugia. Da dirigente Goretti ha vissuto otto intense stagioni in Umbria. Ha costruito la squadra che il 4 maggio 2014 centrò la promozione in B nove stagioni dopo l'ultima partecipazione, sfiorato la Serie A nel 2017 perdendo la semifinale play off con il Benevento e in totale disputato quattro play off su sei campionati (più un altro in Serie C nel 2013). Stagioni in cui Goretti ha anche scoperto o rilanciato giocatori che poi si sono costruiti carriere di livello come Conti, Goldaniga, Magnani, Verre, Di Carmine, alcuni arrivando a indossare anche la maglia azzurra della Nazionale come Mancini e Spinazzola, quest'ultimo nel Top11 dell'ultimo Europeo nonostante l'infortunio ai quarti.

 

 

Ora l'avventura, a sorpresa, di Cosenza dopo aver sfiorato un ruolo di rilievo nella Fiorentina. Goretti in Calabria non trova una situazione facile: il club non ha ancora allenatore - ora lo sceglierà lui - non ha pianificato il ritiro e ha una rosa stringatissima con una manciata di giocatori sotto contratto. Insomma un foglio bianco da riempire. Di sicuro Goretti non vuole sbagliare.