Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Euro 2020, "francesi tifano Italia". L'ultimo sondaggio: non solo la Scozia sta con gli azzurri

  • a
  • a
  • a

Verso la finale di Euro 2020 in programma domani 11 luglio a Londra fra Italia e Inghilterra. E' una vigilia nella quale i tifosi si scatenano. Brexit e non solo: Inghilterra appare sempre più isolata nel tifo per questa finale dii Wembley. Oltre agli scozzesi, come scoperto oggi grazie alla copertina del «Nationalist» che aveva in copertina l'allenatore dell'Italia Roberto Mancini nei panni dello storico leader indipendentista William Wallace, anche i francesi tiferanno Italia nella finale di Euro 2020 domani.

 

 

 

Lo rivela L’Equipe, che ha sondato l’umore dei cugini transalpini, che di certo non ci amano ricordando il Mondiale 2006: secondo il sondaggio, che ha ricevuto 106.755 risposte, il 69% tiferà Italia, solo il 20% Inghilterra, mentre l’11% si asterrà

La Scozia, dicevamo, tifa per l’Italia nella finale dell’Europeo. Dopo aver imposto all’Inghilterra l’unico stop in questa edizione itinerante del torneo, un pari senza reti nella seconda giornata del gruppo D, gli scozzesi ora sperano di non veder trionfare i rivali inglesi. Sui social è un costante incoraggiamento ai calciatori italiani, ma alla vigilia della finale si è schierato anche il quotidiano «The National» dedicando la prima pagina a Roberto  Mancini, ritratto in versione Braveheart col volto dipinto di bianco e blu e una supplica nel titolo: «Salvaci Roberto, sei la nostra... speranza finale!».

 

 

«Domani sarà una giornata straordinaria per lo sport italiano. Terminano gli europei di calcio ed il torneo di Wimbledon con gli azzurri grandi protagonisti. È una bella gioia dopo mesi terribili. Anche in questi momenti di orgoglio nazionale non dimentichiamo mai che la nostra »partita« per sconfiggere il Covid non è ancora vinta. Sosteniamo i nostri campioni con responsabilità, ricordando le regole del distanziamento e utilizzando correttamente le mascherine», ha frattanto detto il Ministro della Salute, Roberto Speranza.