Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Matteo Berrettini, dopo 23 anni c'è un italiano tra i migliori otto a Wimbledon

  • a
  • a
  • a

Matteo Berrettini si qualifica per i quarti di finale di Wimbledon, terzo Slam del 2021 in corso sui campi in erba dell’All England Club. Il 25enne romano, numero 9 del ranking e 7 del seeding, per la seconda volta consecutiva agli ottavi sui prati londinesi (nel 2019 venne sconfitto da Roger Federer), in apertura di programma ha battuto facilmente in tre set il bielorusso Ilya Ivashka, numero 79 Atp, con il punteggio di 6-4, 6-3, 6-1 in appena 1 ora e 49 minuti di gioco. Dopo 23 anni un italiano torna nei quarti nel prestigioso torneo londinese. 

 

 

Il numero uno azzurro diventa così il quinto italiano nella storia a centrare un posto tra i migliori otto ai ’The Championships’ dopo Uberto de Morpurgo (1928), Nicola Pietrangeli (due volte: nel 1955 e nel 1960 quando poi raggiunse le semifinali), Adriano Panatta (1979) e Davide Sanguinetti (1998). Il numero uno azzurro aveva già battuto il 27enne di Minsk - alla prima presenza nel main draw dello Slam londinese (la quarta complessiva) - nei quarti del challenger di Portorose nel 2017.

 

 

 

Matteo ha centrato il break già nel terzo game e poi con un pizzico di fatica in più del solito lo ha confermato (3-1). Berrettini ha difeso con autorità il vantaggio incamerando il primo set per 6-4 con un prima al corpo. Ivashka ha salvato una prima palla-break in avvio di secondo parziale ma non la seconda (2-0). Il romano si è sciolto, ha alzato il ritmo ed ha cominciato a prendere sempre più spesso la rete: nel quinto gioco, grazie anche ad un rovescio lungo linea imprendibile e ad un attacco di rovescio tagliato seguito da un ricamo di stop-volley ancora di rovescio, ha strappato una seconda volta la battuta al bielorusso (4-1). Passaggio a vuoto dell’azzurro nell’ottavo game dove con un doppio fallo ha restituito uno dei due break (5-3). In quello successivo il bielorusso ha annullato tre set-point ma sul quarto il suo diritto è finito lungo e Berrettini si è assicurato anche il secondo set (6-3). Anche nella terza frazione Matteo ha centrato subito il break salendo poi 3-0. Nel sesto game i break sono diventati due ed in quello successivo ha archiviato la pratica (6-1) con una stop-volley di diritto. Il romano ha chiuso con 36 vincenti a fronte di 25 gratuiti (16 a 16 il bilancio di Ivashka).