Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Euro 2020, Italia in semifinale: piegato il Belgio. Spinazzola infortunato esce in lacrime

  • a
  • a
  • a

L'Italia batte il Belgio 2-1 e va in semifinale di Euro 2020. L’Italia aveva chiuso in vantaggio per 2-1 in questa sfida dei quarti di finale del campionato europeo all’Allianz Arena di Monaco di Baviera. Per gli azzurri in gol Barella al 31’ e Insigne al 44’; di Lukaku su rigore al 47’ la rete dei ’diavoli rossi'.

 

 

Nota negativa. L'infortunio per il giocatore umbro della nazionale, Leonardo Spinazzola che è uscito in lacrime al 32’ del secondo tempo. L’azzurro è stato costretto a fermarsi per un problema muscolare mentre stava inseguendo Thorgan Hazard. Il calciatore azzurro è uscito in barella dopo essere stato consolato dai compagni di squadra.  Martedì sera a Wembley gli azzurri sfideranno la Spagna per un posto in finale

Roberto Mancini allunga la sua striscia record. La semifinale di Euro2020 conquistata a spese del Belgio consente al ct azzurro di inanellare la 32esima gara utile di fila alla guida della Nazionale, una striscia cominciata il 10 ottobre 2018 con l’1-1 contro l’Ucraina. Già contro l’Austria il tecnico jesino aveva battuto il precedente primato che apparteneva a Vittorio Pozzo, ct campione del mondo nel 1934 e nel 1938, che si era fermato a 30. L’ultima sconfitta della Nazionale dell’era Mancini risale al 10 settembre 2018, 0-1 col Portogallo a Lisbona in Nations League. L’ex allenatore di Lazio, Fiorentina e Inter, con esperienze all’estero sulle panchine di Manchester City, Galatasaray e Zenit San Pietroburgo, si è insediato sulla panchina azzurra il 14 maggio 2018.

 

 

 

"Abbiamo meritato di vincere, i ragazzi sono stati straordinari. Abbiamo sofferto perchè eravamo stanchi soltanto negli ultimi quindici minuti e potevamo fare qualche gol in più", ha detto il commissario tecnico dell’Italia, Roberto Mancini, dopo la vittoria contro il  Belgio nei quarti di finale di Euro 2020: "Non c’è stata sofferenza all’inizio, era semplicemente una partita aperta - ha aggiunto il ct azzurro ai microfoni della Rai - La sofferenza finale ci stava perché avevamo speso tanto". E sul cammino della Nazionale e sulla Spagna rivale in semifinale: "Non avevamo un risultato minimo all’inizio in questo Europeo, siamo partiti cercando di fare il massimo. Mancano ancora due partite, vedremo cosa accadrà. La Spagna? Godiamoci questa vittoria, poi ci pensiamo".