Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Fabio Fognini, la moglie Flavia Pennetta e il lockdown complicato: "O di nuovo incinta o divorzio" | Foto

  • a
  • a
  • a

Fabio Fognini è tuttora uno dei tennisti italiani più forti, vincitore di un Master Mille a Montecarlo nel 2019. Ora è impegnato mercoledì 30 giugno a Wimbledon, nel torneo del Grande Slam sull'erba londinese, contro il serbo Djere.

 

 

Per quanto riguarda la vita privata, è sposato con l'ex collega Flavia Pennetta, l'unica donna capace di vincere un torneo del Grande Slam, a Flushing Meadows nel 2015. La coppia ha due figli, Federico e Farah. In questi giorni, mentre Fognini è di scena a Wimbledon, lei è sulla spiaggia con i piccoli.

 

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Flavia Pennetta (@flaviapennetta82)

 

La Pennetta recentemente ha deciso di investire sul padel aprendo due campi a Brindisi all’interno del Circolo Tennis Brindisi. "L’idea è nata perché nella mia città non c’erano strutture di padel - ha raccontato la stessa Flavia - e visto che si respira aria di entusiasmo per questo sport, mi sono messa d’accordo con il Circolo e abbiamo montato due campi. Il padel in Puglia va alla grande - ha aggiunto -. A Lecce i campi sono sempre esauriti e c’è molta affluenza. Abbiamo ricevuto tantissimi messaggi dai brindisini che non vedono l’ora di poter giocare. A metà aprile daremo la possibilità di prenotare i campi a maggio, c’è molta aspettativa in città".

 

 

Sempre recentemente la Pennetta ha parlato del lockdown vissuto con il marito Fognini: "I primi dieci giorni è stato insopportabile - ha confidato -, ma sono felicissima di averlo a casa. Per la prima volta abbiamo una quotidianità che non abbiamo mai vissuto. Alla fine di questa quarantena o sono nuovamente incinta, oppure divorzio. A noi comunque piacciono le famiglie numerose, non abbiamo messo un limite, ma vogliamo goderci Farah che è piccolissima, anche se io comincio ad essere un po' vecchietta". Staremo a vedere, intanto lei si gode la spiaggia mentre Fognini "fatica" a Wimbledon.