Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Kristyna Schickova, la sorella di Patrik Schick: sposata con Lukas Tresnak e mamma di Elliot

Esplora:

  • a
  • a
  • a

Kristyna Schickova è la sorella di Patrik Schick, la stella della Repubblica Ceca, impegnata martedì 22 giugno all'Europeo di calcio contro l'Inghilterra. Kristyna è famosa almeno quanto il fratello calciatore, modella che sogna pure il mondo del cinema. Le cronache rosa si sono occupate di lei anche per un incidente sexy, un’uscita del seno su una spiaggia a Miami che ha attirato l’attenzione dei paparazzi americani.

 

 

Quando non appare in costume (sempre molto succinto) Krystina sui social indossa spesso una maglietta dei Metallica. Di sé, ha scritto in passato che le piace “ridere, viaggiare, cucinare, ballare, condividere, amare e donare”. In Repubblica Ceca è una star ed è molto seguita anche per i suoi lavori aerobici e accessibili a tutti.

 

 

Pilates, tapis roulant, almeno un’ora al giorno, camminate, pesi e uno stile di vita sanissimo, dal suo profilo quasi ogni giorno trasmette messaggi legati a questo. Per quanto riguarda la vita privata, è sposata con il giocatore Lukas Tresnak ed è mamma di Elliot, un anno. Mamma di Elliot, un anno, nata nel 1994, è stata testimonial di brand importanti come Dior, oggi fa l’influencer e sponsorizza tantissimo prodotti sani e vegani ma si diverte anche con il calcio, tanto da aver commentato come seconda voce il derby tra Slavia e Sparta Praga. Per quanto concerne invece Patrik, è sposato con la bellissima Hana Behounkova. Per Schick questo Europeo sembra rappresentare una grande opportunità di rilancio. Dopo l'esplosione alla Samp e le stagioni deludenti alla Roma, alti e bassi al Lipsia, in Germania. All'Europeo però ha già realizzato tre gol, la doppietta contro la Scozia e la rete su rigore con la Croazia. Splendida soprattutto la prodezza firmata contro la Scozia al debutto, con un pallonetto da metà campo che ha sorpreso l'estremo difensore, inutilmente proteso in tuffo. Un gol da top player: adesso Schick è chiamato a trovare continuità.