Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Eriksen, defibrillatore cardiaco per evitare nuovi arresti: carriera compromessa?

  • a
  • a
  • a

A Christian Eriksen verrà installato un defibrillatore cardiaco impiantabile. La decisione, ufficializzata dalla federazione danese in un tweet, è stata presa dal team di medici che ha in cura il centrocampista dell’Inter, ricoverato al Rigshospitalet di Copenaghen dopo l’arresto cardiaco di sabato scorso durante il match con la Finlandia.

 

"Christian ha accettato la soluzione", spiega la Federcalcio danese. La decisione è stata presa dopo diversi esami cardiaci ed è stata "confermata anche da specialisti a livello nazionale e internazionale che hanno confermato la necessità del trattamento". Su 
Eriksen, il medico della nazionale italiana Castellacci spiega che "queste situazioni purtroppo possono accadere perché alcuni tipi di patologie non sono rilevabili con i test d’idoneità che normalmente si fanno. I test d’idoneità in Italia sono all’avanguardia, mi ricordo quando ci fu il caso Puerta in Spagna El Globo scrisse: probabilmente in Italia non sarebbe morto. Questo fa capire la serietà con cui vengono fatti i test d’idoneità in Italia. Partendo da questo presupposto, con i test d’idoneità evidentemente questa patologia non poteva essere rivelata. Se potrà tornare a giocare? Se dobbiamo essere onesti, dobbiamo dire che la sua carriera potrebbe essere compromessa".

 

"Se è una patologia che per i protocolli può permettere di riprendere a giocare ben venga, sarei veramente felice, qualora ciò non dovesse succedere la riflessione che dobbiamo fare è che in pochi minuti è passato dalla morte alla vita e questo ci deve far comunque sorridere. Blind? Lui gioca con un defibrillatore sottocutaneo, qualora avesse un’aritmia partirebbe questo defibrillatore per rinstaurare il ritmo sinusale, evidentemente dove gioca hanno ritenuto che questo sia sufficiente a non far rischiare niente al giocatore. Mi auguro che il buonsenso e la ratio medica prevalgano sempre", ha concluso il professor Castellacci.