Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Berrettini avanza al Roland Garros, spazzato via Coria: ora Sinner nel derby con Mager

  • a
  • a
  • a

Altra prova di forza al Roland Garros per Matteo Berrettini. Il numero uno azzurro, 9 nel ranking Atp, ha regolato in tre set l'argentino Coria, grazie ancora a una splendida prestazione al servizio. Berrettini ha chiuso il match con un perentorio 6-3, 6-3, 6-2

 

 

Il tennista romano aveva superato al primo turno il qualificato giapponese Taro Daniel con il punteggio di 6-0 6-4 4-6 6-4. 

 

 

Match a senso unico per due set, battuta d’arresto nella terza frazione dell’azzurro che aveva poi ripreso in mano la partita chiudendo senza eccessivi rischi. Devastante anche in quella circostanza la prestazione al servizio di Berrettini. Ora tocca al più atteso tra gli italiani, vale a dire Jannik Sinner, che dopo la faticaccia all'esordio contro il francese Herbert, battuto in cinque set, affronta nel derby azzurro il più esperto Gianluca Mager. Un match per l'altoatesino da non sottovalutare, considerata l'attitudine alla terra battuta da parte del connazionale. L'obiettivo stagionale di Sinner resta quello di entrare nei top ten e quindi la sfida contro Mager per lui rappresenta un esame da non fallire. Senza dimenticare lo scopo di questo torneo: arrivare almeno all'ottavo di finale contro Nadal (stando ai pronostici da tabellone). Già al terzo turno invece Fognini, che mercoledì 2 giugno ha superato senza problemi l'ungherese Fucsovics. "Aspettative non ne ho - ha sottolineato il tennista ligure a fine match sul prosieguo del torneo -. Così almeno non mi creo delle ansie. Ho iniziato molto bene l'anno, ma adesso siamo con le ruote nel fango e bisogna uscirne a testa alta. In questo momento ci sono altri tennisti davanti, è giusto parlare di loro: io tento di giocarmi le mie carte nel miglior modo possibile. Cerco di giocare bene Parigi e Wimbledon e poi trarremo le conclusioni: in fondo il mio fisico inizia a essere un po’ stanco".