Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Juventus, torna Max Allegri: esonerato Pirlo. L'allenatore ha raggiunto l'accordo

  • a
  • a
  • a

Svolta alla Juventus. Ed è clamorosa. Massimiliano Allegri torna sulla panchina della Vecchia Signora. L'allenatore, secondo quanto riportato da Sky, ha raggiunto l'accordo con il club bianconero. Dopo una stagione, Andrea Pirlo quindi è stato esonerato. Allegri torna sulla panchina della Juventus dopo due anni. Con il club bianconero ha vinto undici titoli. Poi l'esonero quando aveva ancora un anno di contrato col club guidato da Andrea Agnelli, prima di iniziare l'ultima stagione (gli venne preferito Sarri, rimasto una sola stagione). Il contratto che lega Allegri alla Juventus sarà di tre o quattro anni secondo quanto riporta Tuttosport

 

 

Una bella rivincita quella di Massimiliano Allegri che da due stagioni è fermo dopo la storia d'amore con la Vecchia Signora che si era interrotta sul più bello per scelta della società. Pezzo pregiato del mercato europeo dei tecnici (Real Madrid e Inter venivano date come possibili destinazioni dell'allenatore), Allegri ritrova la Juventus con Andrea Agnelli che ha fatto una scelta sicura per il club che in questa stagione ha vinto una Supercoppa e una Coppa Italia, dopo l'addio di Paratici e la conferma invece di Federico Cherubini col quale il tecnico di Livorno ha un rapporto eccellente. Si attende adesso l'annuncio ufficiale della società.

 

 

"Si sa che Massimiliano Allegri sia un grande allenatore. Ma valuto positivamente l’anno di Andrea Pirlo: ha conquistato due trofei, è arrivato quarto. E non c’entra niente la quantità di esperienza". Lo dice, all’Adnkronos, il presidente dell’Assoallenatori, Renzo Ulivieri. Quanto al valzer delle panchine attualmente in corso, "si capisce, sono movimenti dettati da una situazione particolare. Sul campionato ha influito il Covid, poi le tensioni dell’ultimo periodo. Altra cosa -sottolinea- è la vicenda dell’Inter. Non penso che si tratti di motivi economici, Conte aveva già un contratto. Ci saranno delle altre motivazioni, ma sono scelte che fanno l’allenatore e la società".

 

NOTIZIA IN AGGIORNAMENTO SEGUE SERVIZIO COMPLETO