Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Lazio, Inzaghi rinnova il contratto. Lotito attacca l'Inter: "Doveva avere 9 punti di penalizzazione"

  • a
  • a
  • a

Simone Inzaghi resta l'allenatore della Lazio. Dopo una lunga cena con il presidente Claudio Lotito mercoledì 26 maggio è arrivata la fumata bianca che i tifosi biancocelesti attendevano da mesi. Il tecnico resterà in panchina altri tre anni. Durante il faccia a faccia con il presidente si sarebbe raggiunta l'intesa sia sotto il punto di vista economico che sulla garanzie tecniche della squadra. Inzaghi in questo modo respinge le sirene dell'Inter. Era lui uno dei nomi in cima alla lista di Marotta dopo l'addio di Conte.

L'allenatore ha accettato la proposta di Lotito nell'incontro di Villa San Sebastiano per un prolungamento contrattuale fino al giugno del 2024 alla cifra di 2,5 milioni di euro a stagione compresi gli eventuali bonus. La Lazio e Simone Inzaghi continuano così insieme con l'obiettivo di tornare subito a conquistare un ruolo importante sia in campionato che in Europa. Il tecnico, come detto, avrebbe avuto delle garanzie anche sul livello della rosa.

 

 

Nei giorni scorsi il Foglio aveva intercettato Lotito all'Auditorium durante un evento della sindaca Virginia Raggi intercettando alcuni frammenti di conversazione del numero uno biancoceleste. "L'Inter che doveva avere nove punti di squalifica, altro che scudetto", avrebbe detto Lotito riferendosi ai problemi economici del gruppo cinese proprietario del club nerazzurro. Una conversazione, quella con il Foglio, che è stata ripresa da Dagospia (clicca qui). Secondo il racconto firmato da Simone Canettieri Lotito ha tenuto banco raccontando di quando chiamava Diego Della Valle “lo scarparo”, delle telefonate con Berlusconi, del fatto che non vuole vendere la neo promossa Salernitana (“me vojono dà un pacco per fa sali’ il Benevento: se attaccano”). Insomma un Lotito in versione speciale che non  ha risparmiato nessuno. Negli ultimi giorni, specialmente dopo le dichiarazioni di Inzaghi ("Sono da 16 mesi senza rinnovo"), Lotito veniva descritto come molto risentito verso il tecnico. Ma il faccia a faccia di mercoledì è bastato per mettersi tutto alle spalle.