Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ferrari, ennesimo disastro a Montecarlo: Leclerc in pole costretto al ritiro prima della partenza

  • a
  • a
  • a

Charles Leclerc è costretto ad uscire dalla monoposto e non prendere il via al Gp di Monaco. Il monegasco che aveva conquistato la pole position, dopo il miglior crono in qualifica ha sbattuto contro le barriere provocando danni alla vettura. I meccanici hanno verificato le condizioni del cambio e nella tarda mattinata di domenica 23 maggio hanno escluso problemi evitando di sostituirlo, così da permettere al monegasco di non scivolare in griglia di cinque posizioni.

 

 

Ma al momento dello uscita dai box la Ferrari ha avuto altri problemi il motore si è spento. Si parla di un un problema al semiasse sinistro. Leclerc è stato confortato dai piloti e dal principe Alberto di Monaco. Leclerc è stato il primo monegasco a conquistare la pole del Gp di Monaco. L’errore di sabato 22 è stato dunque pagato a car prezzo. In prima fila si sono quindi ritrovati la Red Bull di Max Verstappen e la Mercedes di Valtteri Bottas, in seconda fila Carlos Sainz con la seconda Ferrari e Lando Norris con la McLaren. Settimo, quindi sesto, il campione del mondo Lewis Hamilton. Per la Rossa si tratta comunque di una ennesima delusione, visto che per la prima volta poteva partire dalla pole position e giocarsi concretamente le sue chance quantomeno di salire sul podio. Questo guasto al semiasse per Leclerc è stato pertanto un'autentica doccia gelata. Proprio nel gran premio di casa il monegasco è stato costretto al ritiro ancor prima della partenza. Uno scenario a cui Charles avrebbe rinunciato volentieri. L'incubo di un'altra stagione eufemisticamente da considerare di transizione comincia nuovamente ad affiorare dalle parti di Maranello, che probabilmente assisterà a un duello Mercedes-Red Bull (e in particolare Hamilton-Verstappen) per il titolo Mondiale.