Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Sinner rimandato all'esame Nadal, Rafa vince in due set e avanza agli ottavi di Roma

Esplora:

  • a
  • a
  • a

Nulla da fare per Jannik Sinner. L'altoatesino cede al secondo turno degli Internazionali di Roma al Foro Italico, battuto in due set dal re del rosso, Rafa Nadal.

 

 

Una partita tutto sommato equilibrata e nella quale Sinner ha tenuto testa per gran parte del match al campione maiorchino, che tuttavia è stato implacabile nei punti decisivi, imponendosi in due set con il punteggio di 7-5 6-4. Sinner ha dimostrato di nuovo di non aver alcun timore reverenziale, tanto da strappare il servizio a Rafa in più occasione, ma quando si è trattato di stringere e mettere ko l'avversario, è venuta fuori l'esperienza del fuoriclasse di Manacor. Rimpianti soprattutto nel secondo set, quando Jannik si è trovato avanti di un break sul punteggio di 4-2. Qui c'è stato il ritorno di Nadal, capace di recuperare il break e andare sul 5-4. Con la pressione tutta sul ventenne di Sesto Pusteria, dopo tre match point annullati, Sinner si è dovuto inchinare al quarto tentativo, cedendo pertanto 7-5, 6-4.

 

 

Ora Nadal affronterà agli ottavi di finale il canadese Shapovalov. Per quanto riguarda gli altri italiani, avanzano Berrettini e Sonego. Il tennista romano ha piegato in due set la resistenza dell'australiano Millman, 6-4 6-2, manifestando tutta la sua autorevolezza e la sua eccellente condizione fisica. Agli ottavi ci sarà la sfida con il greco Tsitsipas. Per quanto concerne Sonego, si è imposto nel derby azzurro contro Mager grazie a un duplice 6-4. Al turno successivo l'atleta di Torino giocherà l'austriaco Thiem, uno dei favoriti del torneo. Le speranze italiane quindi tutte soprattutto su Berrettini, anche se non va buttato via il match perso da Sinner contro Nadal. Manca ancora qualcosa per giocarsela definitivamente con i top player, in particolare quelli più esperti come Djokovic e lo spagnolo, ma Jannik nonostante tutto sta facendo vedere tutte le sue potenzialità. Il futuro è tutto suo.