Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Supercoppa, Perugia-Como 2-1: in gol Melchiorri ed Elia. Decisivo il derby: si gioca sabato 22 a Terni

Nicola Uras
  • a
  • a
  • a

Il Perugia non è sazio. Dopo la vittoria del girone B della Serie C mette la Supercoppa nel mirino. Il 2-1 al Como, regina del girone A, permette ai grifoni di andare a Terni - sabato 22 maggio - con buone chance di alzare al cielo il trofeo. Prima però, sabato 15 maggio, altro snodo fondamentale della competizione con la partita tra Como e Ternana in Lombardia. Alla fine della gara del Curi è andata in scena la premiazione del Perugia campione del girone B di Serie C da parte dei vertici della Lega Pro. Angella ha alzato al cielo il trofeo sulle note di We are the Champions dei Queen scatenando un'altra festa da parte dei grifoni dopo quella sull'erba di Salò.

 

 

 Entrambe le squadre giocano senza troppi tatticismi, Perugia e Como che manovrano a cuor leggero senza le pressioni delle ultime settimane. Il primo squillo importante è del Como con  Gatto che colpisce il palo (24’). Poi il vantaggio biancorosso al 30’: Bianchimano sfonda a sinistra, assist rasoterra sul primo palo per Melchiorri che - al secondo tentativo - buca di forza Facchin (1-0). Poco dopo il Perugia potrebbe raddoppiare ma il rigore calciato da Minesso, fallo di mano in piena area di Hmaidat, finisce in curva sud (33’).

 

 

A inizio ripresa il Como spinge forte e rimette subito in equilibrio la partita: cross dalla destra, decisivo velo in area di Rosseti e Gabrielloni, sul filo del fuorigioco, nel cuore dell’area devìa la palla alle spalle di Fulignati (48’). Quindi altro patatrac in area del Como: fallo di Arrigoni su Elia che poi segna di astuzia ribadendo in rete il tiro dal dischetto di Moscati respinto da Facchin (2-1, 70’). Il Perugia, grazie anche all'energia dei subentri, diventa padrone della partita e al 90’ Minesso fa tremare la traversa con un tiro a botta sicura appena dentro l’area.